Scuola a distanza: l’aiuto di Cambridge University

Da Simone Martino, Cambridge University Press Italia
riceviamo e pubblichiamo

Cambridge University Press Italia mette a disposizione gratuitamente le proprie risorse e il proprio know-how per supportare i docenti di inglese italiani.

In pochi giorni il libro digitale e l’insegnamento a distanza sono diventati aspetti fondamentali per garantire la continuità didattica agli studenti italiani. Cambridge University Press, con il supporto del partner tecnico bSmart, ha deciso di dare il suo contributo per venire incontro alla difficoltà di tanti docenti d’inglese.

Data la difficoltà di molti insegnanti di reperire contenuti di qualità, Cambridge University Press ha deciso di aprire gratuitamente a tutti, insegnanti e studenti, la versione digitale dei suoi corsi per le scuole medie e superiori per l’insegnamento della lingua inglese.

“Negli ultimi anni gli editori – dice Patrizia Zanon, General Manager Cambridge University Press Italia – hanno fatto corposi investimenti nel libro digitale, creando e sviluppando piattaforme, funzionalità e strumenti, ora queste risorse diventano uno strumento utile per affrontare l’emergenza, anche didattica, che stiamo vivendo”.

Uno sforzo tecnologico considerevole visto che tra i circa 14mila docenti e 600mila studenti che utilizzano libri editi dalla Cambridge University Press vi è stato un forte aumento dell’interesse per la parte digitale dei propri corsi: “in appena cinque giorni sono stati attivati 40mila nuovi ebook e sono state create più di 3mila classi virtuali, il 12% in più di tutte quelle create nei sei mesi passati dall’inizio dell’anno scolastico”, racconta Emanuele Putignano, CEO bSmart Labs.

Un contesto in cui la didattica tradizionale è bloccata, il libro digitale diventa un alleato fondamentale offrendo risorse, mappe concettuali ed esercizi interattivi, a cui si aggiunge la possibilità per i docenti, attraverso le classi virtuali, di assegnare e correggere i compiti, inviare messaggi all’intera classe o a singoli studenti e dare valutazioni.

Proprio per aiutare ulteriormente i docenti ad affrontare l’attuale situazione, bSmart e Cambridge University Press hanno sviluppato a tempi di record la nuova funzione Lezioni LIVE che permetterà di fare lezioni in live streaming direttamente sulla stessa piattaforma da cui si accede al libro digitale. Uno strumento che sarà attivo a partire da fine settimana e che permetterà di annullare le distanze, aumentare il coinvolgimento e garantire una routine didattica regolare. In aggiunta, sono anche state implementate delle speciali bacheche generate sulla base delle esigenze dei docenti, in modo da dar loro uno strumento per mantenere vivo il rapporto con la classe e condividere in modo semplice e sicuro risorse e materiali. Infine, la funzione di sintesi vocale del libro liquido faciliterà lo studio anche per chi ha bisogni speciali e si trova in una posizione di particolare fragilità.

I corsi della Cambridge University Press, in versione digitale, saranno interamente disponibili fino a luglio sul sito https://bsmart.it/ che ospita la versione digitale dei corsi creati per la scuola italiana dalla Cambridge University Press .

Il supporto della Cambridge University Press non si fermerà qui: dalla prossima settimana, gli insegnanti italiani d’inglese della scuola media e superiore potranno infatti usufruire di una serie di lezioni a distanze tenute da formatori madrelingua inglese esperti in e-learning.

“Abbiamo messo a disposizione di tutti i docenti e gli studenti italiani il nostro know-how e le risorse utili per affrontare questa emergenza – spiega Patrizia Zanon, General Manager Cambridge University Press Italia – per fare in modo che le studentesse e gli studenti italiani possano evitare il rischio di perdere un anno prezioso per la loro formazione e per il loro futuro scolastico e professionale”.

Per informazioni: cupitaly@cambridge.org