Sestri: “Park pubblico tra degrado e abbandono”

Da Marco Conti (Liguria popolare, consigliere città metropolitana e consigliere e capogruppo ” Riprenditi Sestri – Sestri Popolare”) riceviamo e pubblichiamo

Marco Conti (Liguria Popolare): un pessimo biglietto da visita per la città. Presentata interrogazione in Consiglio comunale.

“L’area adibita a parcheggio pubblico a pagamento in Via Baden Powell adiacente la linea ferroviaria – afferma il Consigliere metropolitano di Genova e comunale di Sestri Levante –  da molti anni continua ad essere in una situazione di degrado e abbandono con il manto stradale sterrato e pieno di numerose e profonde buche”.
“Questa situazione di estrema precarietà – prosegue Conti – rappresenta un pessimo biglietto da visita per turisti e residenti considerato che l’area è posta in una delle principali vie di accesso alla città. Evidentemente il fango e la polvere non rientrano nel programma “cura quotidiana” così tanto sbandierato dal Sindaco”.
“Nella seduta di Consiglio comunale del 5 novembre 2018 – dichiara Marco Conti – l’ Assessore ai LL.PP rispondendo ad una mia interrogazione dichiarò: sono d’accordo che c’è un problema da sistemare in quel parcheggio, pensiamo nel prossimo anno di destinare delle risorse almeno per ripristinare le buche che sono presenti, non probabilmente un’asfaltatura perché non è un parcheggio di nostra proprietà in questo momento””.
“Dopo vent’anni dall’ operazione immobiliare nelle aree ex FIT siamo ancora al punto che quel parcheggio pubblico non è di proprietà comunale – incalza l’esponente popolare – l’area adiacente le piscine comunali da decenni è abbandonata e degradata e non si hanno più notizie della struttura alberghiera con centro benessere e polo congressuale che doveva essere realizzata. E’ forse un tabù parlarne?”.
“Pertanto – conclude il Consigliere – ho ritenuto urgente e necessario presentare un’altra interrogazione in Consiglio comunale per sapere:
·        L’effettiva proprietà dell’area adibita a parcheggio e quale convenzione ne disciplina l’uso pubblico;

·        Quali progetti e/o interventi sono previsti per dare una sistemazione definitiva e decorosa a quell’area;

·        I tempi previsti per un intervento di manutenzione finalizzato a ripristinare le profonde buche esistenti.