Cinque Terre: tassa di soggiorno, rimodulazione

di Guido Ghersi

Nel territori dei Comuni di Monterosso al Mare e Vernazza, nelle Cinque Terre, dal 1° maggio aumenta l'”Imposta di soggiorno”.

A Monterosso i rincari si aggirano tra i 50 centesimi e un euro a seconda della struttura. Le nuove tariffe prevedono una tariffa pro-capite, per un massimo di tre notti, di 2,50 euro per un soggiorno in un albergo a 4 stelle o  superiori, di 2 euro a notte, negli alberghi e locande da 1 a 3 stelle, mentre per gli affittacamere e B&B da 1 a 3 euro. Per gli agriturismi e campeggi la quota sale a 2 euro.

Anche la giunta del Comune di Vernazza, ha deciso di adeguare l'”Imposta di soggiorno” sulle cifre individuate nel confinante paese di Monterosso e di Riomaggiore, che l’Imposta di soggiorno” l’aveva già aumentata lo scorso anno.

Infine per il prossimo anno, i tre sindaci degli altrettanti Comuni delle Cinque Terre, al fine di semplificare a turisti e tour operator, la pianificazione di vacanze e pacchetti turistici, potrebbero sforzarsi ad una unitaria modulazione della stessa imposta.