Recco: la vecchia giunta si ricompatta attorno alla Coppa

Da Gian Luca Buccilli e Giuseppe Rotunno, Consiglieri comunali di “Civica” riceviamo e pubblichiamo
 
Nella seduta di Consiglio comunale del 13 febbraio scorso si è discusso anche dei lavori di manutenzione straordinaria della piscina di Punta Sant’Anna. 

I consiglieri firmatari di un’interpellanza hanno evidenziato come Pro Recco Nuoto, a distanza di tre anni dall’inizio di una nuova convenzione, non abbia ancora effettuato gli interventi indispensabili per garantire la totale funzionalità di questo cespite demaniale. 
Lo stato di fatto preoccupa i consiglieri di opposizione, visto l’approssimarsi del termine (31/12/2020) di scadenza della concessione dove Pro Recco Nuoto  figura come gestore dell’impianto e soggetto obbligato alla sua manutenzione e valorizzazione. 
Il Consiglio comunale ha preso atto delle dichiarazioni rese dal sindaco Gandolfo e dall’assessore Peragallo, che hanno affermato “di avere la situazione sotto controllo”.

Carlo Gandolfo, rispondendo ai consiglieri di opposizione, ha curiosamente “scaricato” sul suo predecessore Dario Capurro la responsabilità dell’inadempienza di Pro Recco Nuoto. 
Al di là di ogni altra considerazione sul merito, attribuiamo evidenza al comportamento di Gandolfo, il quale su questo (come su altri argomenti amministrativi) mostra  una pervicace determinazione nel voler distinguere la propria responsabilità da quella di una giunta della quale ha fatto parte per ben dieci anni, sempre come assessore titolare di deleghe importanti (Lavori Pubblici, Urbanistica ed Edilizia).

Abbiamo scelto la sede del Consiglio comunale per riaffermare la nostra incondizionata disponibilità a ogni forma di collaborazione affinché Recco possa ospitare la fase finale della Len Champions League di pallanuoto.
L’interesse della Città è per noi una priorità che prevale su tutto il resto.