Recco: è morto “Pino” Sponza, già vigile urbano a Camogli

E’ morto improvvisamente Giuseppe “Pino” Sponza. Avrebbe partecipato al “Giorno del Ricordo”, appartenendo lui ad una famiglia di profughi scampati alla furia dei partigiana titina; arrivata in Liguria, precisamente a Camogli, ad arricchirne le potenzialità umane e lavorative. Si era subito inserito nel contesto locale; da ragazzo aveva recitato con successo nella locale filodrammatica, partecipando anche alle numerose attività che allora si svolgevano nel paese; quella sportiva in particolare. Assunto nel corpo della polizia urbana, ne aveva assunto anche il comando, occupandosi poi in particolare del contenzioso. Una persona che si dedicava al lavoro e alla famiglia, molto stimato dai colleghi e dagli amici.

Lascia nel dolore la moglie Angela, il figlio Marco ed i parenti tutti.

Domani alle 15.30 i funerali a Recco, dove da tempo abitava, nella chiesa di San Giovanni Battista, nel cui oratorio, oggi alle 17.30, verrà recitato il rosario.