Sestri: “Disabili visivi, servono semafori sonori”

Da Marco Conti (consigliere Città metropolitana di Genova, capogruppo “Riprenditi Sestri-Sestri Popolare” in Consiglio comunale a Sestri  Levante) riceviamo e pubblichiamo
 
Sestri Levante deve dotarsi di semafori sonori per consentire ai portatori di disabilità visiva un attraversamento pedonale più agevole e sicuro. Marco Conti (Liguria Popolare): da tre anni e mezzo attendo che i semafori siano adeguati 

“Nella seduta del Consiglio Comunale del 25 novembre 2016  il parlamentino della bimare aveva approvato all’unanimità la mia mozione in cui chiedevo di adeguare gli impianti semaforici esistenti dotandoli di dispositivo acustico per i non vedenti – dichiara il Consigliere metropolitano e comunale Marco Conti – la stessa richiesta è stata reiterata in più occasioni senza avere però riscontro”. 

“Gli impegni presi al superamento delle barriere architettoniche, nel caso specifico ai portatori di disabilità visiva, deve proseguire senza sosta – afferma Conti – non dimentichiamo che c’è una legge che obbliga l’installazione di dispositivi per garantire la mobilità dei diversamente abili e Sestri Levante, su questa tematica, continua ad essere in forte ritardo”.

“Il Decreto del Presidente della Repubblica n° 503 del 1996 prevede che gli impianti semaforici di nuova installazione o di sostituzione devono essere dotati di avvisatori acustici che segnalano il tempo di via libera anche a non vedenti e ove necessario di comandi manuali accessibili per consentire tempi sufficienti per l’attraversamento da parte di persone che si muovono lentamente – conclude l’esponente popolare – numerosi comuni italiani, dal nord al sud, hanno avuto la possibilità di accedere a specifici bandi pubblici per adeguare gli impianti semaforici. Pertanto ho ritenuto sollecitare per l’ennesima volta l’amministrazione comunale con una interpellanza”.