Chiavari: ruderi suggestivi?

di Giuseppe Valle

Sarà anche suggestivo, ma resta comunque un rudere la casa di vico Argiroffo che fa un po’ da biglietto da visita per chi accede a piazza dei pescatori e al mare.

Il corpo principale dell’edificio contrasta con la parte aggiunta che, alcune decine di anni fa, era un negozietto di scarpe.

Oggi questo rudere contrasta ancora di più con gli edifici nuovi – su cui non mi soffermo… – e squalifica l’intera piazza. Non è difficile immaginare che i proprietari o sono in lite fra loro o non vogliono spendere per restaurare una casa che, per posizione e struttura architettonica, meriterebbe ben altro trattamento.

Non molto tempo fa è stata eliminata la cabina telefonica, con notevole vantaggio per l’estetica.

A suo tempo qualcuno aveva anche cercato di far rivivere i fondi insediandovi dei negozi caratteristici, ma l’operazione non è andata a buon fine. Si può sempre sperare in qualche intervento, prima che i muri si dissolvano con il contributo del salino, delle infiltrazioni d’acqua e l’azione inesorabile del tempo…