Monterosso: la bellezza, l’arte, il turismo religioso

Dall’ufficio comunicazione del Parco delle Cinque Terre riceviamo e pubblichiamo

Arte, spiritualità e comunità di patrimonio: un modello possibile per visitare i beni culturali ecclesiastici: martedì 18 e mercoledì 19 febbraio 2020 presso il Convento dei Frati Minori Cappuccini a Monterosso al Mare

Quale turismo è oggi possibile per i luoghi religiosi? Quali strumenti efficaci e coinvolgenti si possono utilizzare per comunicare i luoghi del patrimonio culturale ecclesiastico? Come raccontare tali luoghi a visitatori provenienti da Paesi e ambiti culturali e religiosi differenti?

Un convegno residenziale, promosso dai Frati Minori Cappuccini di Monterosso al Mare e destinato alle guide turistiche che operano sul territorio, si propone di approfondire le tematiche inerenti alla valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici che appartengono imprescindibilmente al patrimonio culturale collettivo particolarmente in Italia e per coglierne davvero la bellezza è necessario prendere in considerazione i tre livelli di lettura di cui si compongono: arte, spiritualità e comunità.  Ricostruire un rapporto vivo con i beni religiosi è un atto d’amore verso l’uomo del nostro tempo, che nella bellezza ancora trova spazi di senso e di verità. Il convegno intende sollecitare un ripensamento del legame tra arte e fede, cultura e sviluppo, puntando soprattutto a come poter comunicare oggi un bene ecclesiastico e in che modo sia possibile raccontarlo a visitatori provenienti da estrazioni culturali, territoriali, anagrafiche e religiose profondamente differenti. Il Convento dei Cappuccini di Monterosso, luogo di valori francescani legato alla comunità, è anche un luogo di condivisione fraterna; due giorni per provare a individuare metodologie e stimolare riflessioni, per fare del Convento di Monterosso una palestra di sperimentazione e di possibili nuove forme di fruizione e approfondimento.    

Il Convento dei Cappuccini è stato eletto primo Luogo del Cuore in Italia nell’edizione 2014 del censimento del FAI; un’ulteriore conferma che i beni religiosi possono parlare alle persone ed essere luogo di esperienze importanti. 

Il convegno ha lo scopo di offrire una panoramica affrontando alcune tematiche generali e specifiche: la riflessione analizza il ruolo e il valore del bene culturale ecclesiastico e la sua comunicazione.

Il workshop si concentra sul tema delle diverse possibilità di comunicazione e su quello della narrazione, così che il luogo visitato possa trasformarsi in vera e propria esperienza per i turisti.

*****

Martedì 18 febbraio 2020

Ore 10.30: Saluti istituzionali

Maria Grazia Di Natale (Funzionario dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Genova): Raccolta e valorizzazione: conoscere per conservare e trasmettere. Il patrimonio artistico ecclesiale della Liguria e il portale BeWeB 

Pomeriggio

Natalino Valentini  (Direttore dell’ISSR “A. Marvelli” di Rimini e docente di Estetica teologica): Stupore e Bellezza. I significati dell’arte cristiana

Johnny Farabegoli (Docente di architettura e liturgia al Master in Arte Sacra presso l’ISSR “A. Marvelli” di Rimini): Architettura, Teologia e Liturgia. La lettura simbolica dell’edificio di culto

S.E. Mons. Carlo Mazza (Vescovo emerito di Fidenza, già Direttore dell’Ufficio Nazionale della CEI per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport): Luoghi dell’anima. Beni culturali ecclesiastici e turismo religioso. Sfide e opportunità per attrarre i visitatori del mondo contemporaneo 

Nicolò Costa (Sociologo dell’economia, coordinatore del corso “Scienze del turismo” presso Università di Roma Tor Vergata): Turismo religioso, economia solidale e approccio di comunità. Il ruolo delle guide e degli operatori dell’incoming

****

Visita al convento e cena condivisa 

“Andiamo ai frati”: conversazione e laboratorio. Conoscenza del convento e confronto di esperienze. Un abitante di Monterosso racconterà anche il legame del paese con il convento dei Cappuccini.

Pernottamento nelle celle del convento

*****

Mercoledì 19 febbraio 2020

Mattina

Ugo Aryaman Tendi (Interprete e comunicatore): Apprendimento della Comunicazione Empatica. Triangolo della comunicazione umana. Modalità e tecniche comunicative. L’Interpretazione, con significati nuovi, per la fruizione di un bene culturale in una visita guidata di tipo esperienziale.

Pranzo leggero 

Pomeriggio

Emanuela Mancino (Professore associato di filosofia dell’educazione del dipartimento di Scienze della formazione “R. Massa” Università Milano-Bicocca): Un luogo affettivo e la sua narrazione. Come un luogo religioso può essere luogo di comunità.

Coordina e modera le due giornate Padre Renato Brenz Verca

****

Organizzazione

Il convegno è residenziale presso il Convento dei Cappuccini. Pasti, accoglienza e pernottamento nelle celle del convento sono messi a disposizione del convento; stare insieme due giorni significa sperimentare la condivisone e riuscire a cogliere la vera anima di un luogo per essere in grado di restituirla. Il convegno è a cura di Alberto Cipelli.  

Segreteria

Convento Frati Minori Cappuccini – Salita Cappuccini. 19016 Monterosso al Mare (SP)

www.conventomonterosso.it

Info e iscrizione obbligatoria: 

conventomonterosso@gmail.com – tel. 0187.817531 

*****

Il convegno è realizzato da:

Convento dei Cappuccini di Monterosso al Mare – Provincia dei Frati Minori Cappuccini di Genova

Con il patrocinio di:

Ufficio Nazionale per i beni culturali ecclesiastici 

Arcidiocesi di Genova – Ufficio Beni Culturali Ecclesiastici

Diocesi della Spezia -Sarzana-Brugnato Ufficio arte sacra e Beni culturali

Parco Nazionale Cinque Terre

Comune di Monterosso al Mare

FAI – Delegazione La Spezia

Associazione guide turistiche Liguria

Con il sostegno di:

Compagnia di San Paolo