Chiavari – Cicagna: il tunnel corto (inutile) e quello ideale

Riferisce il Secolo che ieri, durante la visita di Toti a Palazzo Bianco, il sindaco di Chiavari Marco Di Capua oltre lo scolmatore del torrente Rupinaro (e probabilmente del depuratore), in clima ormai elettorale, abbia cercato di suscitare l’interesse del governatore non su una, bensì su due strade ad esclusivo interesse cittadino e della “frazione” Carasco, per alleggerire il traffico in via Parma. Ossia il prolungamento di viale Kasman fino al confine cittadino e il tunnel corto di Campodonico che Chiavari vorrebbe “spacciare” per una versione economica di collegamento con la Fontanabuona.

Il tunnel della Fontanabuona, che resterà un miraggio, deve servire la vallata da Lumarzo a San Colombano e deve quindi essere baricentrico: ossia partire da Ferrada (area anche prossima alla Scoglina) e arrivare non a Rapallo ma in A-12 (la Val di Vara svincoli ne ha addirittura due con l’A-12 e nessuno ha rovinato il territorio; lì a decidere c’era l’onorevole Zoppi che sapeva far valere gli interessi dei cittadini).

Gabriele Trossarello, ex sindaco di Moconesi, dovrebbe organizzare un faccia a faccia pubblico con Marco Di Capua e chiarire che cosa rappresenta l’eventuale tunnel corto di Di Capua e quello ideale per lenire la crisi della Fontanabuona. (m.m.)

Marco Di Capua e Giovanni Toti