Cinque Terre: l’attività 2019 dei Carabinieri forestali

Dall’ufficio comunicazione del Parco delle Cinque Terre riceviamo e pubblichiamo il resoconto dell’attività nel 2019, dei Carabinieri forestali delle Cinque Terre  

Nel 2019 i Carabinieri del Reparto Parco Nazionale “Cinque Terre”, cui è affidata la sorveglianza del territorio dell’area protetta, hanno effettuato 1435 interventi, controllato 682 persone,effettuato 8 sequestri penali, accertato 106 sanzioni amministrative per un ammontare di circa 120.000 Euro. Le violazioni riguardano l’edilizia, l’antincendio boschivo, l’agroalimentare, la gestione dei rifiuti, l’esercizio della professione di guida ambientale ed escursionistica, la tutela della fauna selvatica, i vincoli idrogeologico e paesaggistico, il regolamento forestale, il benessere degli animali.

Nel 2019 i Carabinieri del Reparto Parco Nazionale “Cinque Terre” hanno vigilato sul rispetto delle norme di tutela ambientale, verificato la produzione del vino a DOP, garantito assistenza agli escursionisti, collaborato con l’Ente Parco per la realizzazione di interventi, studi e ricerche.

Controlli edilizi

Sono stati effettuati 62 controlli di cantieri e di elitrasporto di materiale edile: 3 gli immobili sequestrati, 22 le persone denunciate, 11 le comunicazioni di notizia di reato.

Antincendio boschivo

Sono stati svolti 110 servizi di prevenzione contro il fenomeno degli incendi boschivi: 12 le sanzioni contestate per l’uso irregolare del fuoco per un importo complessivo di 3.186 Euro;una la comunicazione di notizia di reato per incendio non boschivo.

Gestione dei rifiuti

Sono stati eseguiti65 controlli e inoltrate4 comunicazioni di notizie di reato a carico di 5 persone;6gli illeciti amministrativi per un importo complessivo di 17.733 Euro, relativi ad irregolarità nella gestione e nello smaltimento di rifiuti.Sono state contestate 19sanzioni per lo scarico non autorizzato di acque reflue per un importo complessivo di 22.200 Euro.

Controlli agroalimentari

A garanzia della produzione del vino a DOP “Cinque Terre” e”Cinque Terre Sciacchetrà” e per tutelare i consumatori dalle frodi agroalimentari, sono stati effettuati 105 controlli, ispezionate 26 aziende, emesse 6 diffide e contestate 2 violazioni amministrative per un importo di 560,00 Euro. Sono state sequestrate bevande non caratterizzate per denominazione ed ingredienti e denunciato il venditore abusivo. Contestate 2 sanzioni amministrative per mancata tracciabilità degli animalida reddito  per un ammontare di 3.000 Euro.

Assistenza e sicurezza degli escursionisti

Per aggiornare l’Ente Parco sulle condizioni di percorribilità dei sentieri, sono stati verificati 32 percorsi e segnalato 19 necessità di intervento. A tutela della sicurezza dei visitatori in occasione degli Avvisi di Allerta Meteo, l’attività di servizio è stata dedicata alla prevenzione e al pronto intervento.Nei periodi di maggiore afflusso turistico è stato intensificato il controllo dell’esercizio della professione di guida ambientale ed escursionistica: 22 le persone sanzionate, tra cui 4 società alle quali sono state contestate 6 sanzioni, pari complessivamente a12.855Euro.

Tutela della fauna selvatica, del benessere degli animali, controlli di polizia veterinaria

Durante la stagione venatoria sono stati controllati gli appostamenti di caccia limitrofi all’area protetta ed effettuati 53 servizi contro il bracconaggio, che hanno determinato 2 comunicazioni di notizia di reato ed il sequestro di un mezzo di cattura non consentito. E’ stato recuperato un esemplare di Gufo reale, morto per elettrocuzione e consegnato al Museo di Storia Naturale di Genova. A favore della tutela del benessere e della salute degli animali è stato individuato un commercio illegale di cani razza, con la conseguente denuncia di 4 persone per i reati di truffa, minaccia, favoreggiamento, falsità ideologica, maltrattamento e cessione di cani di razza senza certificato di genealogia, alle stesse sono state contestate sanzioni complessive di 31.000Euro.

Regolamento forestale e vincolo per scopi idrogeologici

Per tutelare il patrimonio forestale sono state verificate le condizioni degli alberi monumentali presenti nel Parco Nazionale e monitorate le infestazioni causate dalla cocciniglia del Pino marittimo, dal cinipide del castagno e dal punteruolo rosso.Per salvaguardare il territorio dal dissesto, sono stati verificati la regolarità dei tagli boschivi ed il rispetto del vincolo per scopi idrogeologici: 10 le sanzioni di importo complessivo di 2.000Euro circa, dovute a violazione delle norme sul vincolo idrogeologico; 10 le sanzioni di importo complessivo di 2.175Euro, per violazioni inerenti le utilizzazioni boschive.

Norme di tutela del Parco Nazionale delle Cinque Terre e dei Siti di Interesse Comunitario

Sono state controllate tutte le attività consentite, previo rilascio del nulla-osta da parte dell’Ente Parco, tra cui il campeggio, la circolazione di mezzi fuoristrada. Sono stati denunciati 5 campeggiatori abusivi, di cui 2 anche per danneggiamento di beni, introduzione abusiva in fondo altrui, violazione di ordinanza dell’autorità.

Educazione ambientale e collaborazione scientifica

I Carabinieri Forestali hanno animato la campagna estiva di educazione ambientale #Io Sono Ambiente, guidato gli itinerari didattici del Parco letterario Eugenio Montale, collaborato con l’Università degli Studi di Genova e di Pisa per il monitoraggio dei siti riproduttivi degli Anfibi e dei danni da ungulati, coordinato e svolto il CONtrollo degli ECOsistemiFORestali.

Codice della Strada

Sono state contestate 9 sanzioni amministrative per un importo complessivo di 622 Euro