Carro: dal Circolo Acli l’allarme per il terzo settore

di Guido Ghersi

Il presidente del Circolo Acli “San Zorzu” di Castello, frazione del Comune di Carro, in Alta Val di Vara, Alessandro Mainardi ha affermato che “La riforma del 3° Settore rischia di essere il colpo di grazia per i territori montani” e ha continuato: “Un circolo di un piccolo paese a volte può fare la differenza  così come le Associazioni Turistiche Pro Loco  o le locali Pubbliche Assistenze. Il presidio dei territori montani parte da noi e con  la riforma del 3° Settore si colpiscono tutte quelle associazioni che mantengono vivo il tessuto sociale dell’entroterra, tanto che molte piccole realtà si troveranno ad essere equiparate a vere attività commerciali, con la modifica degli statuti”. Si parla di un migliaio di euro di spese oltre 15 mila euro per l’iscrizione all’Albo Nazionale.