Chiavari: ‘Verità per Regeni’, un aperitivo per sostenere l’associazione

Dall’Associazione “Verità per Giulio Regeni Il Tigullio non dimentica” O.N.L.U.S. riceviamo e pubblichiamo

Il 25 gennaio saranno quattro anni dalla scomparsa di Giulio Regeni al Cairo. Il corpo del giovane ricercatore friulano venne poi rinvenuto il 3 febbraio 2016 nei pressi di un viadotto lungo l’autostrada.

Nonostante i tanti tentativi di insabbiamento, i suoi genitori, Paola e Claudio e la loro avvocata Alessandra Ballerini, continuano a battersi con determinazione per ottenere verità e giustizia, non solo per Giulio, ma
idealmente per i tanti Giulio e Giulie che ogni giorno sono privati dei loro diritti e spesso della vita.

Il report dell’Ufficio dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite sull’Italia ha rilevato come anche nel nostro paese, ogni giorno, vi siano violazioni dei diritti umani e numerosissime sono le raccomandazioni che ci giungono.

L’anno che si è appena concluso è stato per i diritti umani con “luci ed ombre”, citando Riccardo Noury portavoce per L’Italia di Amnesty International, da una parte i discorsi d’odio sempre più frequenti -alimentati dai social- discriminazioni, violazioni quotidiane per ragioni di appartenenza politica, identità di genere, colore della pelle, dall’altra una reazione a quegli stessi discorsi d’odio grazie all’impegno civile soprattutto delle nuove generazioni, che segna un cambio di passo importante che dobbiamo cogliere e sostenere.

Le manifestazioni dei giovani di Fryday for Future in difesa dell’ambiente ci rammentano quanto i diritti umani siano interconnessi tra di loro, il diritto ad un ambiente sano e sicuro non può prescindere dal diritto alla vita, alla sicurezza, alla salute, all’educazione, alla dignità.

In una società che porta sempre di più ad isolarci, l’impegno civile può essere il modo di rafforzare il senso di appartenenza, di coesione sociale, di creare reti che possono essere una risorsa per la collettività.

L’associazione “Verità per Giulio Regeni – il Tigullio non dimentica” Onlus, da quattro anni si batte con svariate iniziative per far si che sulla tragica fine di Giulio Regeni non cali il silenzio e per sensibilizzare i giovani, in particolare, sulla difesa dei diritti umani nel nostro Paese e nel resto del mondo, il nostro impegno all’interno delle scuole quest’anno è declinato su “Diritti Umani ed Ambiente”, più di cento studenti dei licei del nostro territorio stanno lavorando al progetto “Children for environmental rights”,
facciamo loro incontrare associazioni ed esperti del settore per approfondire una tematica che li ha visti in quest’ultimo anno impegnarsi in prima persona.

Promuovere manifestazioni e iniziative comporta sempre costi da sostenere, spesso pesanti per una piccola associazione che vive di autofinanziamento.

Per questo, per continuare a batterci in difesa dei valori universali in cui crediamo, chiediamo un aiuto a chi questi valori li condivide.

Vi invitiamo, pertanto, all’aperitivo di finanziamento al costo di 12 euro a persona in programma giovedì 16 gennaio, dalle 18 in avanti, al Bar Civico78 in Via Martiri della Liberazione, 78 Chiavari ( Carugio Dritto).

Chi vorrà darci una mano potrà farlo partecipando al nostro aperitivo di finanziamento e, se lo vorrà, in quella occasione potrà anche iscriversi alla nostra associazione, oppure rinnovare la tessera se l’ha già.

“Ma è importante soprattutto esserci -questo è l’invito di Andrea Lavarello Presidente dell’associazionemai come in questo momento c’è bisogno di far sentire la voce di chi continua a pensare che solo riconoscendo l’umanità e la dignità degli altri possiamo preservare la nostra”.

Vi aspettiamo, numerosi.