Chiavari: sabato e domenica la Fiera di Sant’Antonio

Un tempo c’erano gli imbonitori che affascinavano, non solo i bambini, mentre decantavano merce e prezzi. Il venditore di stoviglie era anche un ottimo giocoliere che lanciava in aria piatti, li faceva roteare, creava un vero e proprio spettacolo con una platea incuriosita. La Fiera di Sant’Antonio a Chiavari è un’istituzione che si ripete sabato 18 e domenica 19 con la città in stato d’assedio, le strade di accesso sbarrate, la presenza di protezione civile, associazione nazionale carabinieri, il presidio dei vigili del fuoco; polizia e carabinieri a caccia di borseggiatori e la polizia urbana impegnata con il traffico rivoluzionato come, di conseguenza, il servizio bus.

La Fiera di Sant’Antonio è diventata in realtà un mercatone con oltre 500 ambulanti e tanti banchi di porchetta; pochi quelli di animali con conseguente protesta degli animalisti; la sezione agricoltura in viale Kasman e all parco Rensi accanto all’Entella. Le consuete proteste di chi della fiera proprio ne farebbe a meno e l’assalto di chi arriva da Riviera ed entroterra nella speranza, in piena stagione di saldi, di “fare l’affare”.