Rapallo: il ritorno delle frecce-bus; Atp disponibile

Dall’ufficio stampa di Atp Esercizio riceviamo e pubblichiamo

«Atp è pronta a riproporre l’esperienza del Frecciabus, ovviamente dopo
aver verificato le condizioni logistiche, a cominciare dal parcheggio di
interscambio, e in accordo che le amministrazioni locali». Con queste
parole, Enzo Sivori, presidente di Atp Esercizio, conferma la
disponibilità dell’azienda a intraprendere le iniziative necessarie per
ripetere l’esperienza del 2018, quando venne sperimentato con successo il
servizio navetta da Rapallo a Portofino via Santa Margherita. Il sistema,
come si ricorderà, prevedeva che i passeggeri dei pullman turistici in
arrivo al casello autostradale di Rapallo, convergessero nell’area di
interscambio per salire a bordo dei mezzi di Atp per raggiungere le
località turistiche del Tigullio Occidentale (Rapallo, Santa Margherita e
Portofino).

La questione torna adesso di stretta attualità, con la Città
Metropolitana che punta a essere protagonista e motore del rilancio: «Ho
già parlato con i sindaci di Rapallo, Santa Margherita e Portofino,
ottenendo il loro disco verde alla riproposizione del servizio – conferma
Claudio Garbarino, consigliere delegato ai Trasporti di Città
Metropolitana – ma è soprattutto con Atp che abbiamo già attuato i primi
incontro con gli operatori del turismo, a cominciare dai Battellieri, con
i quali intendiamo creare un clima costruttivo di collaborazione.
Ringrazio in quest’ottica Sergio Michelini, presidente del Consorzio
Battellieri, con il quale abbiamo intavolato una fruttuosa discussione».

Per quanto riguarda i Comuni, i due sindaci maggiormente interessati,
Carlo Bagnasco per Rapallo e Paolo Donadoni per Santa Margherita,
esprimono parere positivo.

«Stiamo lavorando a un sistema di trasporto per il periodo turistico-balneare, che sia condiviso da tutte le parti in causa. E’ importante che Città Metropolitana e Atp concordino su questo metodo. Sono ottimista» – dice Donadoni. «Andiamo avanti con questa iniziativa. Collaborazione è la parola d’ordine e mi fa piacere che tutte le parti siano concordi sulla necessità di attuare il servizio».

I tempi per attuare il servizio sono abbastanza stretti, come conferma Andrea Geminiani, direttore di Atp Esercizio: «Ma questa volta abbiamo dalla nostra l’esperienza del 2018 e quindi se partiamo subito a organizzare il servizio Frecciabus, riusciremo ad arrivare in tempo per la settimana di
Pasqua, che è il nostro obiettivo. Fondamentale, però, è risolvere il nodo
del parcheggio di interscambio, che deve essere nella disponibilità di
Atp». Come si ricorderà, l’intero sistema ruota attorno alla creazione del
centro di accoglienza dei bus gran turismo a San Pietro di Novella allo
svincolo del casello autostradale di Rapallo. E’ qui che nel 2018 i mezzi
parcheggiavano e gli addetti di Atp facevano trasbordare i turisti sui
Frecciabus Euro 6, con i quali si proseguiva alla volta di Rapallo, Santa
Margherita e Portofino. Molte comitive, poi, potevano scegliere dopo
l’arrivo a San Pietro di Novella, di raggiungere l’imbarcadero rapallese e
proseguire la visita turistica a bordo dei battelli.

i sindaci Paolo Donadoni, Matteo Viacava e Carlo Bagnasco (Foto archivio)
Un bus a Portofino
I bus impiegati
Claudio Garbarino, Città metropolitana