Cogorno: cordoglio per la scomparsa di Lina Canepa

Dall’Ufficio Stampa del Comune di Cogorno riceviamo e pubblichiamo

Tutta l’amministrazione comunale di Cogorno esprime profondo  cordoglio per la scomparsa di Lina Canepa, moglie di Franco Mazzi poeta e partigiano al quale è titolata via Costetta, nella frazione Costa che dal fondovalle del fiume Entella sale alla Chiesa di San Colombano.

“Lina Canepa è stata un pezzo di storia del nostro Comune – dice Enrica Sommariva con Gino Garibaldi  – una donna che lascia un segno tangibile nella cultura del territorio e di un’epoca che rivive attraverso le pagine delle  pubblicazioni sue e del marito. 

Nella casa che divideva con il marito in via Costetta negli anni ha accolto tantissimi artisti, come il vicino di casa Santiago Cogorno, famoso pittore e scultore italo argentino e altri esponenti della cultura Chiavari e del Tigullio”. 

Una donna che in più occasioni ha collaborato in maniera attiva con l’assessorato alla cultura di Cogorno, ad esempio durante presentazioni nel Borgo dei Fieschi e in Comune di poesie redatte dal  marito poeta partigiano.

L’amministrazione la ricorda così:  “Una donna pacata e tenace allo stesso tempo, con una profonda cultura che negli anni ha condiviso, grazie al ruolo di insegnante, con i suoi studenti”.