Lettere/ Parco Nazionale di Portofino?

Da Ludovico Longo riceviamo e pubblichiamo

Che bisogno c’è di fare un parco nazionale e chiamarlo di Portofino mettendoci dentro tanti comuni anche dell’entroterra che con Portofino non hanno niente a che spartire? Allora chiamiamolo Parco Nazionale del Levante o qualcosa del genere.

Inoltre mi domando se davvero abbiamo bisogno di un altro parco che porterà necessariamente altri vincoli per altri residenti. I parchi vanno bene per i turisti che arrivano, camminano, lasciano un po’ di soldi (sempre meno) d’estate e nei weekend di bel tempo e poi spariscono. I danni che fanno restano e se li devono sorbire coloro che in questi paesi “a vocazione turistica” ci vivono tutto l’anno. Che sono gli stessi che tolgono i sassi caduti sulle strade, rimuovono le frane, gli alberi sradicati, i rifiuti dei turisti che si ritrovano nelle fasce.

Questa è la realtà. Tutto il resto sono solo parole, solo propaganda per un altro poltronificio. Qualcuno non si è ancora accorto che i parchi sono ormai sorpassati. Il problema reale oggi è questo nostro territorio che soffre e si sgretola sotto i nostri occhi perché non c’è più nessuno a mantenerlo come succedeva una volta. Vincoli assurdi e leggi scritte da “esperti” che non conoscono nulla della realtà sulla quale legiferano, hanno fatto solo danni. Li stiamo pagando adesso. Chi più chi meno.