Cinque Terre: manutenzione muri a secco, stanziato un milione

di Guido Ghersi

Nelle Cinque Terre, i famosi “muri a secco”, costruiti dagli agricoltori della zona, in tanti anni, spesso franano a causa delle forti piogge che come nello scorso mese si sono abbattute nella zona. Così la direzione del Parco Nazionale delle Cinque Terre ha investito, nel settore agricolo, per la loro ricostruzione e la manutenzione del territorio sempre più fragile, la bella somma di un milione di euro. Somma ricavata dal bilancio e dalla vendita delle “Cinque Terre Card”, le carte di accesso ai sentieri della zona e che offrono viaggi in treno e i servizi messi a disposizione dell’Ente di Manarola.

Inoltre, lo stesso Parco ha fatto sapere di avere ancora a disposizione altri 800 mila euro, per la manutenzione delle fasce terrazzate e per i muri che confinano con i sentieri. Il Parco è sempre vicino al settore agricolo attraverso iniziative che contribuiscono al mantenimento di questo fragile territorio terrazzato, che è un patrimonio storico e culturale dei tre Comuni della zona.