Cinque Terre: lotta ai danni da cinghiali, si ergono recinzioni

di Guido Ghersi

Il Parco Nazionale delle Cinque Terre, è corso ai ripari, per le continue invasioni dei cinghiali nei terreni coltivati e nelle vigne. Così ha affidato l’incarico alla impresa di Dino Cosner di Mezzano(TN) per il progetto di ampliamento della recinzione a protezione delle aree agricole. Saranno nuove porzioni di recinzione comprensoriale, in parte elettriche e in parte metalliche, che interesseranno alcune aree nei Comuni di Riomaggiore e Vernazza.

L’obiettivo, come ha scritto la direzione del Parco è quello di “rendere le colture sempre meno vulnerabili agli ungulati tramite l’utilizzo di tecniche di controllo diretto ed indiretto, da attuarsi anche in forme integrate di collaborazione voolontaria da parte dei tecnici addetti al controllo del cinghiale, abilitati e delle locali squadre dei volontari antincendio boschivi e della protezione civile”.