Elezioni: regionali, candidati già in fibrillazione

Nel Levante candidature ancora incerte nel centro sinistra in attesa di avere certezze sull’intesa tra Pd, Leu, renziani e Cinque Stelle. La grande alleanza del centro destra invece si muove su posizioni definite. Per quanto riguarda il Tigullio la certezza arriva dalla Lega che ricandiderà i suoi consiglieri uscenti, quindi Alessandro Puggioni, Vittorio Mazza e Sandro Garibaldi, consigliere comunale di Chiavari; oltre a Franco Senarega nel Golfo Paradiso, forse nel listino che tutti dicono di voler eliminare, ma che resterà.

Giovanni Toti – secondo Radio-Urne, presenterà due liste, una “Cambiamo” ed una a suo nome. Si dà per scontato che nella Città metropolitana verranno eletti (in caso di vittoria) Ilaria Cavo, Lilli Lauro e Domenico Cianci. Forza Italia e Liguria Popolare potrebbero presentarsi unite; verrà eletto Claudio Muzio o Gabriele Pisani? E poi ci sono i “Fratelli d’Italia” che candideranno Augusto Sartori e forse anche Gianni Arena che sottrarranno voti all’elettorato dell’ex sindaco di Recco Dario Capurro che corre per Toti e anziché su Lilli Lauro, convoglierà a sorpresa i suoi voti di genere su Ilaria Cavo.

Sempre Radio-urne indica Giovanni Boitano nella lista della Meloni, confidando soprattutto nei voti dell’entroterra. Giovanni De Paoli, consigliere uscente della Lega, potrebbe candidarsi con Toti che si dice sia fortissimo alla Spezia grazie a Raul Giacomo Giampedrone. Nessuna new entry al momento tra gli eleggibili.

Giacomo Giampedrone e Giovanni Toti