Sestri: “Invitiamo il vescovo a venire in Consiglio comunale”

Da Albino Armanino e Paolo Smeraldi, consiglieri comunali a Sestri Levante Gruppo “Lega Liguria Salvini”, riceviamo e pubblichiamo

Mozione: Invito al vescovo diocesano Alberto Tanasini affinché incontri il Consiglio Comunale in occasione della visita pastorale

I sottoscritti consiglieri comunali Albino Armanino e Paolo Smeraldi

Accertato che il 17 novembre alle ore 15,30 inizierà a Sestri Levante la visita pastorale del vescovo della diocesi di Chiavari mons. Alberto Tanasini;

Accertato che la visita pastorale si concluderà il 14 dicembre;

Accertato che la visita pastorale è per i cattolici un’importante momento di crescita nella quale il vescovo incontra varie realtà ecclesiali;

Accertato che è previsto per il 29 novembre alle ore 21 un incontro su “Problemi e attese del mondo del lavoro” presso l’ex convento dell’Annunziata;

Accertato che il vescovo rappresenta i cattolici che vivono sul territorio sestrese, una componente significativa della popolazione impegnata in numerose attività sociali, culturali, formative, assistenziali, tutelate dal principio di sussidiarietà contenuto nell’art. 118 della Costituzione;

Accertato che in altre località e diocesi è prassi che il vescovo durante la visita pastorale incontri i rappresentanti dell’amministrazione e i dipendenti comunali che lo desiderano;

Considerato che la Chiesa cattolica ha espresso nel tempo anche un significativa dottrina sociale, che ispira l’azione dei cattolici impegnati nelle attività sociali e politiche, che costituisce un’indubbia fonte di ricchezza, riferimento culturale di alcuni consiglieri comunali e termine di confronto per tutti;

Impegnano il Sindaco e la Giunta

Ad invitare nel periodo della visita pastorale il vescovo diocesano mons. Alberto Tanasini in consiglio comunale per rivolgere un messaggio agli amministratori sestresi, oppure a proporre allo stesso un incontro con i consiglieri, la giunta e i cittadini impegnati in politica e nella vita amministrativa cittadina.