Regione: invecchiamento attivo e sano, Liguria ok

Dalla Regione Liguria riceviamo e pubblichiamo

Con un ranking di tre stelle, Regione Liguria è tra le 77 organizzazioni regionali e locali ad aver ottenuto lo status di “Reference Site” nell’ambito del Partenariato Europeo per l’innovazione per l’invecchiamento sano e attivo della EIP-AHA (European Innovation Partnership on Active and Healthy Ageing). Trattamento riservato a quelle organizzazioni che hanno avuto il merito di portare avanti strategie globali nella promozione dell’innovazione e nella formulazione di un’offerta idonea all’invecchiamento della popolazione. “Un riconoscimento che ci riempie di orgoglio e che premia l’impegno della Regione su una tematica di massima rilevanza – sottolinea l’assessore alla Sanità e alle Politiche sociali Sonia Viale -. Il nostro obiettivo è che questo processo sia accompagnato da azioni concrete, che chiamano a raccolta in maniera sinergica tutti gli operatori e tutte le politiche in una logica intersettoriale. Vogliamo promuovere un benessere diffuso delle persone, in modo da contrastare le diseguaglianze, attraverso una strategia inclusiva che sia in grado di offrire a ciascuno una risposta appropriata ed efficace ai propri bisogni di salute”. 


Le azioni di innovazione sono ricomprese in diverse aree: aderenza alle prescrizioni mediche; prevenzione delle cadute; promozione della salute della terza età e prevenzione delle malattie da invecchiamento; servizi di cura integrati; soluzioni di vita indipendente; ambienti di vita a misura di anziano. “Un importante traguardo, cercato con metodo e con investimenti mirati, che conferma la bontà e l’efficacia della strategia messa in piedi da Regione Liguria sul tema attualissimo del progressivo invecchiamento della popolazione – aggiunge l’assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti -. Non solo per quanto riguarda la salute, ma un risultato che trova espressione dal punto di vista dello sviluppo economico, della qualità della vita, dell’occupazione, del turismo e dell’agricoltura e che si allinea con gli obiettivi strategici della European Innovation Partnership on Active and Healthy Ageing (EIP on AHA) e con i nuovi rilevanti obiettivi inclusi nel percorso europeo di trasformazione del settore “Health and Care” secondo la visione di un unico mercato digitale”. l “Reference Site” riuniscono con successo un’ampia quantità di portatori di interesse secondo il modello europeo a quadrupla elica (“Quadruple Helix”), che include rappresentanti dell’industria, della società civile, del mondo accademico e delle autorità di governo regionale e locale.

Liguria protagonista nell’ambito delle strategie innovative per l’invecchiamento attivo, anche con il progetto I Care-Smart Interreg-Central Europe. Un progetto, finanziato attraverso il programma CTE Interreg Central Europe, che dal 1 maggio 2019 al 30 aprile 2022 si pone l’obiettivo di raccogliere conoscenze e sviluppare metodologie per migliorare le capacità delle regioni dell’Europa centrale nella promozione dell’innovazione nell’assistenza alle persone della terza età, coinvolgendo in modo efficiente gli anziani e le imprese in un processo di co-creazione su misura. Regione Liguria partecipa a questa iniziativa insieme a SI4Life, una delle imprese del cluster Polo Ligure per le Scienze della Vita, recentemente riorganizzato all’interno della Smart Specialisation Strategy regionale.