Rapallo: scuola a domicilio in casa di allerta, l’idea piace

La “proposta-Bagnasco”, per attivare un servizio internet in grado di non privare gli studenti delle lezioni scolastiche in caso di allerta arancione o rossa, piace. Il consigliere regionale di Liguria Popolare ha scritto: “Ottima idea dell’amministrazione guidata dal sindaco Carlo Bagnasco che credo sarà seguita da molti Comuni e spero ottenga l’attenzione del ministero della Pubblica Istruzione”.

I messaggi e le telefonate di apprezzamento per l’idea, giunte a Carlo Bagnasco, sono state molte. Un obiettivo raggiungibile grazie alle moderne tecnologie che affronta due problemi: quello dei genitori che lavorano e non sanno a che affidare i figli in caso di chiusura scuola, e che potrà essere assistito a casa da un parente o un vicino di casa; quello forse più importante perché riguarda tutti, delle lezioni non effettuate che vanno a scapito della preparazione. Inoltre se un allievo, facendo gli scongiuri, dovesse avere una gamba ingessata, potrebbe seguire le lezioni da casa. E non va sottovalutato l’aspetto economico.