Chiavari: “Uomini e Navi” al via sabato 16 (2)

Dall’ufficio stampa di “Uomini e navi” riceviamo e pubblichiamo

Giunge quest’anno alla dodicesima edizione la rassegna Uomini e Navi promossa dalla Lega Navale di Chiavari&Lavagna al porto turistico di Chiavari, nella sua sede (box numero 51). Nove gli appuntamenti previsti nel giorno di sabato alle ore 17.30, a cura di Francesco De Martino, Claudia Sanguineti, Mario Duboin, Germano Tabaroni e Monica Corte. Si inizia sabato 16 novembre per poi concludere sabato 6 febbraio. Come sempre, i temi della rassegna della LNI di Chiavari&Lavagna guidata dal neo presidente  Federico Bianchi affrontati ruotano intorno alla cultura del mare.

L’ingresso, come sempre, è libero e aperto a tutti.

Ecco tutti gli appuntamenti, inizio ore 17.30: sabato 16 novembre “Il naufragio del Piroscafo Oria Roberto Bellieni di Chiavari era in quel convoglio” a cura di Giorgio “Getto” Viarengo;  sabato 23 novembre “Viaggio nel mondo sommerso: la fotografia subacquea”, a cura di Giuseppe Pagliuso e Alessandro Marcenaro;  sabato 30 novembre “Francesco De Pinedo – Messaggero d’Italia nel mondo a bordo di un idrovolante” di Michele Priolo e Franco Lazzari; sabato 7 dicembre “Gli incidenti e le avarie delle navi petroliere e i danni provocati all’ecosistema marino” di Flavio Bertini; sabato 14 dicembre “La Guardia Costiera: attività e aggiornamenti” con il  tenente di vascello CP Ivan Bruno e 1°M.llo Eddy Giudice; sabato 21 dicembre “Tartarughe di Liguria” a cura di Guido Gnone, Fondazione Acquario; sabato 11 gennaio 2020 “Corsica e Sardegna nei Giornali di viaggio di Gio. Vincenzo Imperiale (XVII secolo)” di Barbara Bernabò;  sabato 25 gennaio “La Regia Marina nell’America meridionale durante il 1800” di Raffaele Ciccarelli; infine, sabato 1 febbraio “Recco. Il paese della Focaccia? Nel 1800 era ben altro!” di Ernani “Nanni” Andreatta.

La L.N.I. Chiavari & Lavagna vanta oltre 110 anni di storia e cultura del mare. La sezione , fondata a Gennaio del 1908 dall’allora Sindaco di Chiavari, è costantemente in contatto con le tematiche del territorio e impegnata nelle attività sportive, sociali, ambientali oltre che nella diffusione delle attività sportive a favore dei diversamente abili. Il ciclo Uomini & Navi partecipa a Buone Pratiche Carta del Mare in ambito “Cultura e comunità locale”.

Il calendario dettagliato

Sabato 16 novembre 2019 ore 17:30

Il naufragio del Piroscafo Oria: Roberto Bellieni di Chiavari era in quel convoglio

di Giorgio “Getto” Viarengo

L’11 febbraio del 1944 prende il mare, dal porto di Rodi, il piroscafo Oria. Sulla nave sono stipati più di quattromila deportati verso la Germania. Sono soldati che non hanno aderito alla RSI e viaggiano verso il Pireo, da qui proseguiranno verso i campi di concentramento caricati su treni. Il mare è in burrasca, la carretta del mare urta contro una secca presso l’isola di Patroklos: il terribile viaggio si trasforma in tragedia. Non sapremo mai il numero preciso dei morti e dispersi, si pensa circa 4.200 vittime. Le ricerche effettuate hanno permesso d’individuare tre tigullini: Roberto Bellieni di Chiavari, Antonio Carbone di Lumarzo e Giovanni Lombardi di Rapallo.

Sabato 23 novembre 2019 ore 17:30

Viaggio nel mondo sommerso: la fotografia subacquea

 di Giuseppe Pagliuso e Alessandro Marcenaro

Proiezione di fotografie subacquee dei nostri pesci tra sport e ricerca biologica: un modo diverso di vivere il mare.

Sabato 30 novembre 2019 ore 17:30

Francesco De Pinedo – Messaggero d’Italia nel mondo a bordo di un idrovolante

di Michele Priolo e Franco Lazzari

Francesco De Pinedo è stato un grande pilota dell’Italia degli anni ’20. Il viaggio effettuato con il solo aiuto del motorista Campinelli a bordo di un idrovolante Savoia dall’Italia all’Australia e ritorno nel 1925 è in assoluto tra i più avventurosi del secolo ventesimo. Il racconto del viaggio di 55.000 kilometri quasi tutti sul mare è una testimonianza delle difficoltà tecniche incontrate ed uno spunto per evidenziare gli usi e i costumi di popolazioni e di territori che al mondo occidentale erano assolutamente sconosciuti e destano ancora oggi stupore e meraviglia.

Sabato 7 dicembre 2019 ore 17:30

Gli incidenti e le avarie delle navi petroliere e i danni provocati all’ecosistema marino

di Flavio Bertini

 Una panoramica dei principali sinistri marittimi avvenuti dalle origini del trasporto del petrolio greggio ad oggi, causando gravi danni da inquinamento marino e costiero e la presentazione delle misure adottate dalle normative internazionali per prevenirli.

Sabato 14 dicembre 2019 ore 17:30

Le attività e gli approfondimenti della Guardia Costiera

Tenente di Vascello CP Ivan Bruno e 1° Maresciallo Eddy Giudice

Attraverso una panoramica sulle attività della Guardia Costiera si tratterà un approfondimento su: Codice della Nautica da Diportoattuazione direttive 2003/44/CE- D.Lgs.18/7 n°171.

Sabato 21 dicembre 2019 ore 17:30

Tartarughe di Liguria. L’impegno dell’Acquario di Genova e della sua Fondazione per proteggere questi antichi abitanti della nostra regione

a cura di Guido Gnone Coordinatore scientifico Acquario di Genova e Fondazione Acquario

Le tartarughe sono tra gli abitanti più antichi del nostro pianeta. Sopravvissute agli sconvolgimenti che causarono l’estinzione dei dinosauri, ancora popolano le acque dolci e salate del globo e le terre emerse. Ma riusciranno a sopravvivere all’antropocene, l’era dell’uomo? Quali oggi le minacce per la loro sopravvivenza e cosa fare per aiutarle?

Sabato 11 gennaio 2020 ore 17:30

Corsica e Sardegna nei “Giornali di viaggio” di Gio. Vincenzo Imperiale (XVII secolo)

di Barbara Bernabò

Gio. Vincenzo Imperiale fu generale delle galee della squadra navale di Genova tra il 1619 ed il 1621. Nei suoi Giornali di viaggio ha lasciato interessanti testimonianze sui luoghi visitati durante le missioni che la Repubblica di Genova gli affidò. Dall’aprile al giugno del 1620 fu inviato con cinque galee a dare la caccia ai corsari che si annidavano nelle baie della Corsica e della S a rd e g n a ; a t t r a v e r s o i s u o i scritti riviviamo uno spaccato della vita marinara del Seicento: le insidie dei viaggi, le vicende della navigazione, i luoghi visitati durante le soste, le persone incontrate, la vita di bordo.

Sabato 25 gennaio 2020 ore 17:30

La Regia Marina nell’America meridionale durante il 1800

di Raffaele Ciccarelli

Lo svolgimento della conferenza sarà incentrato sulla presenza della marina sarda e poi italiana in America latina volta principalmente a difendere gli interessi nazionali e dei nostri emigranti. Con aggiunta di fatti curiosi.

Sabato 1 febbraio 2020 ore 17:30

Recco il paese della Focaccia? Nel 1800 era ben altro!

di Ernani “Nanni” Andreatta

Gio Bono Ferrari, dedica ben 50 pagine alla storia marinara di Recco. Tutti i costruttori navali di Chiavari erano originari di Recco. I piccoli velieri “Gigino” (Chiavari 1906 – rinominato “Yerushaliyim Hanezura”) e il “Carlo” (Chiavari 1914 – rinominato “Palmach”) che, dopo la seconda guerra mondiale erano ancora galleggianti, portarono in Palestina oltre mille “immigranti Illegali”. Ebrei sopravvissuti allo sterminio nazista. E la famosa focaccia di Recco invece? E’ stata inventata da un Camoglino! E ve lo dimostreremo!

Federico Bianchi