Chiavari: 12^ edizione di “Uomini e Navi”

di Giuseppe Valle

È stata presentata questa mattina nella sede della Lega Navale, la 12^ edizione della manifestazione “Uomini e Navi” che si propone – come ha sottolineato il neoeletto presidente Federico Bianchi – di divulgare la cultura del mare.

Federico Bianchi

Le nove conferenze prenderanno l’avvio sabato 16 novembre alle ore 17,30 con l’intervento di Giorgio “Getto” Viarengo sul naufragio del piroscafo Oria, su cui si trovavano tre liguri ed in particolare il chiavarese Roberto Bellieni. A bordo c’erano 4200 soldati che non avevano aderito alla RSI e dovevano sbarcare al Pireo per essere deportati nei campi di concentramento. Non scampò nessuno.

Seguirà un viaggio nel mondo sommerso con Giuseppe Pagliuso e Alessandro Marcenaro due sommozzatori che si sono convertiti dall’arpione alla macchina fotografica.

Michele Priolo parlerà di Francesco De Pinedo, grande pilota degli anni ’20 e del suo viaggio intorno al mondo con il motorista Campinelli.

La Guardia Costiera approfondirà le attività che questo corpo svolge sui nostri mari. Guido Gnone, coordinatore scientifico dell’Acquario di Genova parlerà du un animale poco noto ma presente nell’acqua salata e anche nelle paludi albenganesi: la testuggine che spesso ha bisogno di essere soccorsa perché vittima di natanti e pescatori.

Raffaele Ciccarelli parlerà della presenza della Marina Sarda e poi Italiana nell’America del sud per salvaguardare gli interessi dei migranti, soprattuto liguri, dalla fine dell’Ottocento in poi.

Concluderà la rassegna Ernani “Nanni” Andreatta sabato 1° febbraio 2020 che partendo dalla focaccia di Recco, arriverà a parlare delle costruzioni navali a Recco e Chiavari, nonché di due velieri, “Gigino” e “Carlo” che portarono in quella che allora – nel 1946 – si chiamava Palestina, oltre mille ebrei.

A margine della conferenza stampa Ernani Andreatta ci ha comunicato che il Museo Marinaro, ospitato nella caserma della Scuola delle Telecomunicazioni di Caperana, sarà preso in carico dal Museo Tecnico Navale della Spezia ed entrerà a pieno titolo nel novero dei Musei Marinari.