Levanto: dehor, la giunta propone una proroga di due anni

Dall’ufficio stampa del Comune di Levanto riceviamo e pubblichiamo

La giunta sottoporrà all’esame della prossima seduta del Consiglio comunale la proposta di prorogare di due anni la scadenza delle autorizzazioni all’occupazione degli spazi pubblici, che il regolamento dell’ente ha fissato al 31 dicembre del 2019 e che così slitterebbe alla fine del 2021.

“Dopo la riunione dello scorso settembre con i titolari e i gestori degli esercizi pubblici, nel corso della quale avevamo provveduto ad informare i diretti interessati della scadenza delle concessioni e delle modalità di rinnovo e di adeguamento alle nuove norme, che, per ciò che concerne le strutture non rimovibili (dehor, tende e bacheche), richiedono anche la presentazione di elaborati tecnici e di un’adeguata assistenza da parte degli uffici comunali – spiega il vicesindaco, Luca Del Bello – abbiamo ricevuto un numero particolarmente alto di pratiche, molte delle quali, oltretutto, richiedono approfondimenti e valutazioni tecniche su situazioni non definite in dettaglio dal regolamento in vigore. Per questo motivo abbiamo deciso di proporre al Consiglio comunale una proroga di due anni della scadenza: un periodo che ci consentirà di esaminare ogni singola situazione, anche le più complesse, insieme ai tecnici, in un lasso di tempo ragionevole per giungere ad un’armonizzazione delle concessioni, magari intervenendo anche in base ai diversi contesti urbanistici esistenti sul territorio”.

Del Bello tiene però a precisare che la proroga non è un semplice rinvio temporale delle pratiche, a cui gli esercenti devono comunque assoggettarsi, ma come l’occasione per regolarizzare le varie situazioni procedendo con l’iter tecnico-amministrativo e burocratico per arrivare all’ulteriore scadenza con maggiore tranquillità e tutta la documentazione in regola.