Pallanuoto F/ Rapallo sconfitto a tre secondi dalla fine

Dall’ufficio stampa di Rapallo Nuoto e Pallanuoto riceviamo e pubblichiamo

Campionato serie A1 femminile 2019/2020 – 2^giornata

Rapallo Pn – Sis Roma 10-11

Rapallo: Falconi, Zanetta, Gitto 3, Giustini, Marcialis 1, Gagliardi, Kuzina 2, D’Amico, Colletta 1, Bujka 3 (1 rig), Foresta, Cò, Bianco. All. Antonucci

Roma: Sparano, Tabani 2, Galardi 1, Avegno 1, Motta, Chiappini 2 (1 rig), Picozzi 2 ( rig), Sinigaglia 1, Nardini, Di Claudio 2, Storai, Tori, Brandimarte. All. Capanna

Arbitri: Pinato e Savarese

Note

Parziali: 2-3, 2-3, 1-1, 5-4

Uscite per limite di falli Colletta (R), Picozzi (S), D’ Amico (R) e Bujka (R) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Rapallo 6/13 + un rigore e SIS Roma 5/13 + rigori.

Sfuma a tre secondi dalla sirena, sul rigore che Chiappini insacca alle spalle di Falconi, il pareggio che il Rapallo aveva conquistato una manciata di secondi prima, sul finale di un match di grande intensità agonistica.

Va quindi alla SIS Roma la sfida di questa sera al Poggiolino. 10-11 il risultato finale. Il Rapallo parte in salita e va sotto di tre gol, alla fine del primo tempo le gialloblu si sbloccano e grazie alle reti di Bujka e Gitto in superiorità si riportano a tallonare le capitoline. Il match procede con questo andamento per tutta la parte centrale, in un valzer che vede la Roma portarsi a +2 e il Rapallo ad accorciare restando con il fiato sul collo a Picozzi e compagne. La situazione cambia nel quarto tempo, con le giallorosse che allungano portandosi sul 7-10 a tre minuti dalla sirena. Il match sembra destinato su un unico binario, ma arriva il colpo di scena: prima Marcialis e poi Kuzina riportano le gialloblu a una lunghezza. A 10” dalla sirena, boato del numeroso pubblico quando Ursula Gitto trova il gol del pareggio: 10-10. Il punto prezioso contro una delle squadre più quotate del campionato sembra ormai in cassaforte, ma non è così. A tre secondi dalla fine arriva una doppia espulsione per il Rapallo e una leggerezza difensiva costa il tiro di rigore che deciderà la partita. Finisce 10-11.