Fusione Atp – Amt: “Il sindaco Bucci chiarisca”

Da Usb, Unione sindacale di Base, riceviamo e pubblichiamo

Con preoccupazione abbiamo appreso ieri sera del mancato assenso di Agi all’ipotesi di fusione Amt – Atp Esercizio.

Considerato che purtroppo era uno scenario possibile, e che non può quindi cogliere l’amministrazione impreparata , chiediamo al Sindaco di convocarci immediatamente per chiarire quali azioni intende adottare per affrontare quella che è ora la prima assoluta priorità,  ovvero evitare che il servizio effettuato da Atp vada a gara con conseguenze nefaste per i lavoratori .

Considerato inoltre che il mancato assenso di Agi emerso ieri nella assemblea dei soci, certifica l’esito negativo delle trattative intercorse in questi due anni tra Comune e socio privato, chiederemo altresì  al Sindaco di avviare le azioni legali più volte evocate ma mai praticate per dare seguito a quanto segnalò l’ANAC di Cantone in merito alla cessione delle quote da parte di SMC.

Usb , in linea con le posizioni sempre e coerentemente sostenute a favore della gestione pubblica e dell’in house , ha condiviso , pur consapevole delle difficoltà, gli obbiettivi dell’amministrazione, sottoscrivendo in questi anni numerosi accordi in tal senso con Città metropolitana ed aziende .

Lo abbiamo fatto anche in ragione dell’obbiettivo di creare una unica grande azienda del Tpl nell’area metropolitana, costruendo così una realtà che permetterebbe, seppur con gradualità, di dare identiche condizioni economiche e normative a tutti i lavoratori del settore.

Tutti questi obbiettivi restano per noi assolutamente validi e ci aspettiamo che il Sindaco rispetti gli impegni annunciati  fin dalla campagna elettorale in merito al trasporto pubblico.

In questi anni tra procedure concordatarie, vertenze legali, tagli del salario  e incursioni del privato entrato abusivamente , i lavoratori di ATP hanno pagato molto care le scelleratezze della politica.

Contrasteremo quindi con forza ogni eventuale soluzione che potrebbe penalizzare ancora una volta i lavoratori di ATP, alimentando ulteriori inaccettabili divisioni .

Il Sindaco chiarisca quindi rapidamente come intende andare avanti per rispettare gli impegni concordati con le organizzazioni sindacali.