Camogli: il gatto sul tetto gioca a nascondino

Testo e foto di Consuelo Pallavicini

Prosegue la storia del gatto che da una decina di giorni vive sul tetto di un palazzo di sette piani  in via Rosselli a Camogli; tetto da cui ha sfrattato perfino i gabbiani spaventati dalla sua presenza. Stamattina è stato effettuato l’intervento, che si pensava risolutivo, per far sloggiare il felino. L’amministrazione del caseggiato, infatti, ha inviato un esperto “rocciatore” con l’incarico di prendere l’animale e liberarlo poi in zona.

Fabio Borgarelli, dopo aver preso tutte le misure di sicurezza ed essersi anche munito di cibo per gatti, è salito sul tetto aprendo il portellone (o botola) che consente il passaggio. Ma appena il gatto lo ha visto è andato a nascondersi in un vano del sottotetto, che ha raggiunto attraverso una stretta feritoia. Come ha testimoniato anche una signora che ha seguito la scena dall’esterno.

Negli ultimi giorni cibo e acqua sono stati forniti al gatto dai condomini per evitare che morisse di stenti. Ora l’ultima possibilità di prenderlo, per liberarlo in un luogo meno infido, sarà il posizionamento di una gabbia trappola.

Il gatto imprendibile, vive su un tetto da una decina di giorni. Mistero su come abbia fatto ad arrivarvi.