Turismo/ Bando per l’innovazione, 10 le domande accettate

Dall’ufficio stampa della Regione Liguria riceviamo e pubblichiamo

GENOVA. Un totale di 14 domande per una cifra complessiva di finanziamenti richiesti pari a 565.263,55 Euro. Questo l’esito, in base agli ultimi dati Filse, dell’edizione 2019 del bando, lanciato nello scorso mese di marzo dall’assessorato al Turismo di Regione Liguria, per l’attivazione e lo sviluppo di servizi turistici innovativi con l’obiettivo di migliorare l’offerta turistica della Liguria. Il bando ha messo a disposizione un plafond di 700 mila euro con finanziamenti a tasso agevolato con rientri in 5 anni senza richieste di garanzie da un minimo di 10 mila euro a un massimo di 50 mila euro a beneficio di singole imprese o altri soggetti economici che condividano il progetto con almeno altri due partner, oppure le reti di imprese-soggetto e i consorzi già costituiti. Un ruolo importante anche quello svolto dalle associazioni di categoria che hanno sostenuto i singoli progetti.

Delle 14 domande presentate, 10 hanno avuto esito positivo (3 della provincia della Spezia, 2 della provincia di Genova e 5 della provincia di Savona) per un totale di finanziamenti pari a 453.928,55 Euro con 5 contratti già stipulati, 3 hanno avuto esito negativo (1 della provincia di Savona, 1 della provincia di Genova e 1 della provincia della Spezia) e 1 domanda della provincia della Spezia è in fase di istruttoria.

Scendendo più nel dettaglio, degli ambiti di impresa dichiarati dai singoli “capofila” dei progetti ammessi, si tratta di attività di ricettività turistica, di commercio e mercati, di comunicazione e marketing, di artigianato, di organizzazione di eventi, di servizi e attività associative in ambito turistico.

Questi i contenuti e gli obiettivi essenziali dei progetti finanziati: valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti (creazione di servizi di accoglienza per attività ed incontri a tema, laboratori del gusto); creazione siti o piattaforme di presentazione e prenotazione dell’offerta del territorio (percorsi turistici esperienziali, prodotti tipici del territorio, turismo outdoor e servizi di trasporto integrati con servizi di guida); nuove attrezzature turistiche e servizi correlati (cicloturismo, enogastronomia, benessere).

“Sono soddisfatto della risposta che abbiamo avuto da chi vuole investire nel turismo nella nostra regione – dichiara l’assessore regionale al Turismo Gianni Berrino – il buon esito del bando è dovuto anche al fatto che abbiamo semplificato le procedure per l’ottenimento dei finanziamenti con alleggerimento degli oneri a carico delle imprese. Con questi finanziamenti ci proponiamo un doppio obiettivo: dare una mano e un’iniezione di fiducia agli operatori di un settore trainante per la Liguria e al contempo fare sì che vengano creati o migliorati quei servizi innovativi per attirare sempre più turisti nella nostra regione”.