Recco: auto senza ticket, spunta biglietto di cortesia

C’è chi non ha moneta per pagare il ticket; chi deve fare la spesa e, sperando di fare in fretta, neppure si avvicina al parcometro; chi occupa uno stallo e,  in attesa di una persona, osserva se arriva l’ausiliare del traffico, pronto a spostarsi. Ora Franco Senarega con delega alla viabilità in quel di Recco, si è inventato il biglietto di cortesia che viene messo sotto al tergicristallo; in pratica dice: o paghi entro cinque minuti o sotto al tergicristallo di trovi la sanzione. Un modo per dire a chi posteggia che il tempo di sosta è controllato, forse anche per suggerire agli ausiliari che cinque minuti di ritardo nel ritiro dell’auto possono essere tollerati.