Cogorno: domani torna la Grande Castagnata

Dall’ufficio stampa del Comune di Cogorno riceviamo e pubblichiamo

Torna un appuntamento ormai tradizionale del comune di Cogorno: domenica 6 ottobre 2019 andrà in scena la Grande Castagnata in piazza Aldo Moro a San Salvatore.

Il fischio di iniziò è previsto alle 10 con “La corte delle arti, dei mestieri e dei sapori antichi”, un mercatino anch’esso divenuto ormai tradizionale a Cogorno. Nello stesso contesto si troveranno giochi per i bimbi.

Alle 11 la premiazione del Concorso Miglior Uliveto 2019, con due primi posti: Vittorio Pinasco e Maria Chiappe di Cogorno alta, che verranno omaggiati dal Comune con due attrezzi per il lavoro agricolo.

In tarda mattinata è previsto un momento dedicato alle scuole: “Stiamo lavorando per continuare a valorizzare il monte San Giacomo, grande ricchezza del nostro territorio che spero torni a essere luogo di incontro e aggregazione – afferma l’assessore alle tradizioni Franca Raffo – e per questo le scuole del territorio parteciperanno con i loro lavori a tema “Vita vissuta nel bosco e la raccolta delle castagne sul Massiccio del Monte San Giacomo” per ricordare gli usi di un tempo”.

Alle 11,45 passaggio di auto storiche a cura del “Club Lancia – Ardea”.

Alle 12 spazio al cibo con “Mezzogiorno in piazza”. Stand gastronomici con polenta e funghi, testaieu, salsiccia, frittelle di castagna e altri dolci a cura di operatori commerciali del Comune e di associazioni locali.

Alle 14,30 presentazione da parte dell’Asd Villaggio Calcio della stagione calcistica 2019/2020.

Dalle 14,30 distribuzione di caldarroste e vino novello.

Alle 16, infine, il tradizionale concorso delle zucche giunto alla sua 19esima edizione.

“Una manifestazione che è diventata il momento di passaggio dagli eventi estivi a quelli invernali organizzati dal Comune – spiega il sindaco facente funzione Enrica Sommariva – che negli ultimi anni si è spostata giù nel fondovalle, ma sempre con un occhio di riguardo per il Massiccio del Monte San Giacomo. E non solo: resta sempre alta l’attenzione ai prodotti della terra, grazie all’Accademia della Ciappa, ad esempio, che porta in vallata le tradizioni della collina”.

Sommariva aggiunge: “Dopo la Fiera dei Perdoni che quest’anno è stata purtroppo annullata per il mal tempo, la Castagnata è un momento di grande aggregazione per il nostro territorio, ma anche per i comuni limitrofi. E mentre si porta avanti l’organizzazione di questa manifestazione, stiamo anche pensando di predisporre una Festa di primavera sul San Giacomo che andrà a collegarsi alle altre iniziative promosse dai 3 Comuni (Lavagna, Sestri Levante e Ne)  con cui stiamo portando avanti il Progetto del Massiccio del Monte San Giacomo – Capenardo”.

“Sarà anche un momento di promozione degli sport locali con presentazioni e banchetti informativi – dice il consigliere comunale Luca Torrente – e una giornata ludica per i bambini con i gonfiabili”.

In caso di maltempo la festa sarà rinviata a domenica 13 ottobre.