Levanto: turismo tra luci e ombre, benino agosto e settembre

Di Guido Ghersi

Vediamo come è andato il turismo nell’estate appena trascorsa, a Levanto. Dobbiamo subito mettere in risalto che le presenze , sono risultate meno del 7,74%, al contrario gli arrivi sono stati ragguardevoli con ben 66.468 persone di cui 46.291 di clientela straniera.

Per meglio verificare come è andata la trascorsa stagione turistica, abbiamo intervistato la signora Luigina Peselli-Romano referente per la Riviera e le Cinque Terre della Confcommercio della Spezia che ci dice :<<Nonostante un avvio decisamente negativo, a causa del maltempo nella tarda primavera, la stagione si è poi ripresa, e i mesi di agosto e settembre sono andati benino.

Si è notato un leggero calo nell’arrivo della clientela francese, con tutta probabilità scoraggiati dalla caduta del “Ponte Morandi” di Genova, sebbene siano rimasti tra i principali fruitori del nostro territorio. La ripresa dell’affluenza e delle presenze si è verificata soprattutto nel mese di agosto dove c’è stata anche difficoltà di accontentare tutte le richieste. Il mese di luglio non ha fatto registrare grande movimento. Forse a Levanto, come sulla Riviera esistono troppe “case vacanze”, così si rischia di incentivare un turismo di massa, difficile da gestire e che non ha cognizione di ciò che sta visitando perché il nostro è un territorio fragile>>.

Una notizia sempre sul turismo della Riviera: in questo mese dovrebbe partire una nuova tappa del progetto turistico “Sistina” che vede capofila l’azienda speciale “Blue Hup” della Camera di Commercio Riviera di Liguria  e che coinvolge enti e territori dalla Liguria alla Toscana, dall’Isola di Corsica al sud della Francia e in questo autunno sarà anche organizzato un work-shop sul turismo esperienziale che coinvolgerà operatori del Nord Europa e dell’America del Nord.