Recco: “Cafè Alzheimer, un centro da potenziare”

Dallo staff di Carlo Gandolfo, sindaco di Recco, riceviamo e pubblichiamo

Il 21 settembre è la giornata mondiale dell’Alzheimer, che diventa l’occasione per fare il punto sulla presa in carico delle persone affette da demenze e delle loro famiglie. Anche a Recco, città solidale, dichiarata prima in Liguria “Dementia Friendly Community”.

“Con l’apertura del Caffè Alzheimer  – dicono il sindaco Carlo Gandolfo e l’assessore ai servizi sociali Francesca Aprile – la città è diventata un punto di riferimento per le persone con queste problematiche nel territorio del distretto socio sanitario n.13, compreso tra Genova-Quarto e Camogli. La struttura, che fornisce un aiuto concreto agli anziani con disturbi cognitivi, in questa fase sperimentale sta dando ottimi risultati e si sta pensando a un suo potenziamento”.

Il centro specializzato, nato con il sostegno della Regione Liguria, è stato inaugurato a marzo scorso dall’assessore alla sanità Sonia Viale, e fortemente voluto dall’assessore Caterina Peragallo, allora con delega ai servizi alle persone, e dall’ex sindaco Dario Capurro.

“Attualmente questo luogo speciale è aperto tutti i giovedì dalle ore 15 alle 18, ed è ospitato nell’appartamento messo a disposizione dal Comune di Recco. Auspichiamo che si possa aumentare il numero dei giorni e delle ore di apertura, grazie al lavoro del distretto socio-sanitario e al sostegno di Regione Liguria” conclude Gandolfo.