Pallanuoto M/ La Pro Recco si laurea a Stanford

Dall’ufficio stampa della Pro Recco Waterpolo riceviamo e pubblichiamo. Di Daniele Roncagliolo  

Ottantasette gol fatti, quattro vittorie in altrettante partite. La Pro Recco si laurea all’Università di Stanford: è suo il torneo che chiude il ritiro nella Silicon Valley contro alcune delle più famose università del mondo. Test importanti per crescere e mettere benzina nei muscoli in vista dell’esordio in campionato del 5 ottobre, seguito dalla trasferta di Marsiglia, il 9 ottobre, che aprirà la stagione di Champions League.

“Ovunque andiamo, che sia Italia o Stati Uniti, il nostro obiettivo è sempre uno: vincere, non abbiamo altro in testa – commenta mister Rudic al termine della competizione che ha visto scendere in acqua Stanford University, University California Los Angeles, San Jose e Olympic Club -. Sono molto soddisfatto di questa tournée, è stata utile per creare un gruppo più unito, parlare con i giocatori, spiegare la filosofia di gioco e i comportamenti da tenere. E poi ci portiamo dentro l’affetto dei tanti giovani americani che sono andati a lezione dai nostri campioni; momenti che sono serviti anche ai giocatori, perché insegnare le cose più semplici è un modo per ricordare a loro stessi come svolgere, correttamente, determinati movimenti”.

A Stanford il maestro croato ha visitato la Hall of Fame che celebra fenomeni come Tiger Woods e John McEnroe laureatisi nel prestigioso campus. Il posto giusto, insomma, per l’allenatore di pallanuoto più vincente di sempre, quattro volte campione olimpico. Successi che non appagano il tecnico, carico per un’altra stagione densa di appuntamenti e sfide. “Ho vinto tanto, ma ho ancora un sogno: diventare campione d’Europa con la Pro Recco e darò tutto me stesso per coronarlo”.

Intervista a Rudic: https://www.youtube.com/watch?v=rd1bUcFVzEc&feature=youtu.be