Lettere/ “Rapallo quanto è brava Lai, fa tutto lei”

Da Paola Tumiati riceviamo e pubblichiamo (Non crediamo che tutte le iniziative elencate siano dell’assessore al turismo, ad esempio quelle di Montallegro e della funivia. Sarebbe bene però che all’annuncio di ogni iniziativa fosse indicato il costo, anche delle varie “consulenze” esterne al comune. Ne riparleremo (m.m.))

Elisabetta Lai, una donna al potere che fa in prima persona quello che per tanti anni in molti, solo a parole, si sono raccontati. Ha lanciato la città di Rapallo sulla scena internazionale dell’opera lirica alla scoperta dei nuovi giovani talenti, ha disegnato un Natale nuovo per grandi e piccini, ha sostenuto la stagione dei balletti estivi, ha fatto ridere molti con comici talentuosi, ha cavalcato le onde del nostro golfo con le cene in battello, ha scelto location alternative per il premio Carige per la donna scrittrice, ha scelto il sagrato di N.S. di Montallegro e la funivia in notturna per gli incontri serali con artisti, giornalisti e uomini di cultura,  ha dato spazio al teatro, a Valle Christi come alle Clarisse con le debuttanti dell’Accademia Culturale, per non parlare del Red Carpet e degli incontri con l’autore a Villa Porticciolo.
Elisabetta Lai offre a molti, diversi per cultura e capacità di spesa, di gioire di momenti intensi e piacevoli ben distribuiti lungo tutto il corso dell’anno.
Guardiamo con maggiore ammirazione chi fa e riserviamo semmai il giudizio ai tanti politici che fanno della parola il loro mestiere.