Carro ricorda le vittime del Ponte Morandi

di Guido Ghersi

Il Comune di Carro, guidato dal sindaco Antonio Solari, ha deliberato di istituire una “borsa di studio” per un ragazzo della “zona rossa” della Valpolcevera di Genova che voglia proseguire gli studi musicali, oltre a proporre il nome di Niccolò Paganini, i cui genitori erano proprio di Carro, per il nuovo ponte progettato dall’architetto Renzo Piano. L’ultimo concerto del “Festival Paganiniano” si è tenuto proprio sulla Piazza della Chiesa del piccolo borgo dell’Alta Val di Vara, con i “Berliner Streich Qunitette”, con al violoncello Tatjana Vassiljeva e dedicato proprio alla memoria delle vittime genovesi.
Per l’occasione il sindaco e l’Associazione “Amici del Festival” presieduta dal giornalista Roberto Iovino, hanno invitato l’Assessore all’Urbanistica e Demanio del Comune di Genova, Simonetta Cenci alla quale è stata consegnata la citata “borsa di studio”.