Riomaggiore, Vernazza, Monterosso: le “5 Vele” della Goletta Verde

Dall’ufficio stampa della Goletta Verde riceviamo e pubblichiamo

Si è svolta questo pomeriggio a bordo di Goletta Verde la premiazione dei tre comuni delle Cinque Terre, Riomaggiore, Vernazza e Monterosso, che hanno ottenuto le Cinque Vele della Guida Blu di Legambiente e Touring Club Italiano. Alla presenza di Fabrizia Pecunia, sindaco di Riomaggiore, Francesco Villa, sindaco di Vernazza e Silvana Sassarini, dello staff del sindaco di Monterosso, Legambiente ha spiegato le motivazioni delle Cinque Vele:

“Il comprensorio è caratterizzato dalla capacità di fare networking con i territori, rete internazionale con progettualità europea interpretando lo spirito Unione Europea che verte sulle tematiche della sostenibilità ambientale, dello sviluppo economico e della cultura ambiente. Coniugando interventi sul territorio quali recupero muri a secco, dissesto idrogeologico, formazione professionale e sviluppo di competenze culturali. La dematerializzazione della cinque Terre card, inoltre, rappresenta un approccio moderno alla nuova “cultura” turistica e al tentativo di gestire il fenomeno del turismo intensivo insieme alle amministrazioni locali. Con i progetti europei Pelagos e MedSeaLitter il comprensorio è impegnato a sensibilizzare sul “non uso” della plastica, con Maregot e il centro studi rischi geologici è in prima linea contro l’erosione costiera”.

Il mare più premiato dalla Guida Blu è il Tirreno con ben sette comprensori a Cinque Vele, mentre la classifica delle regioni vede la Sardegna al primo posto con la bandiera a Cinque Vele che sventola su cinque litorali dell’isola, seguita da Sicilia, Puglia, Campania e Toscana e Liguria con tre comuni a cinque vele.

Sono in tutto 97 i comprensori turistici italiani individuati sulla base dei dati raccolti da Legambiente sulle caratteristiche ambientali e sulla qualità dell’ospitalità. I dati sono stati integrati dalle valutazioni espresse dai Circoli locali e dall’equipaggio della Goletta Verde.

Il giudizio attribuito a ciascun comprensorio, dalle 5 vele assegnate ai migliori fino a 1 vela, è frutto di valutazioni approfondite. I parametri sono divisi in due principali categorie: qualità ambientale e qualità dei servizi ricettivi. Così, vi saranno zone naturalisticamente più significative dei premiati con le 5 vele, ma con servizi turistici non eccellenti. Altri comprensori possono contare su località con strutture ricettive impeccabili in aree dove però mare e coste sono state più compromesse.

Quest’anno entra nella guida un nuovo simbolo: è quello dei comuni “plastic free”, cioè che hanno adottato misure per ridurre la plastica monouso sul proprio territorio. Sono 32 i comuni italiani presenti nella guida, di cui tre in Liguria: Riomaggiore (Sp), Vernazza (Sp), Bordighera (Im).

Nella tappa ligure (12-13-14 agosto a La Spezia) è presente anche Carter Ries, fondatore del progetto One More Generation, che ha consegnato il riconoscimento delle Cinque Vele a uno dei comuni premiati, Vernazza.

La Goletta Verde in Liguria – 12, 13 e 14 agosto La Spezia

Martedì 13 agosto

Ore 11:00 | Assonautica

Conferenza stampa di presentazione dei risultati del monitoraggio di Goletta Verde in Liguria

Partecipano:

Davide Sabbadin, Portavoce Goletta Verde

Santo Grammatico, Presidente Legambiente Liguria

Ore 18:00 | A bordo di Goletta Verde

Presentazione del libro “Atlante Mondiale della Zuppa di Plastica” di Plastic Soup Foundation e Legambiente, edito da Edizioni Ambiente

Ore 19:00 | A bordo di Goletta Verde

Aperitivo Plastic free

Mercoledì 14 agosto

Ore 11:00-13:00 | Assonautica

Visite a bordo di Goletta Verde

Ore 14:30 | Assonautica

Blitz SOS Nemico del Clima – Molo Enel