Sori: “e il naufragar m’è dolce in questo mare” a Sussisa

Da Patrizia Biaghetti, “ilpigiamadelgatto”, riceviamo e pubblichiamo

Gli Agitatori Culturali irrequieti, vi invitano a “e il naufragar m’è dolce in questo mare”. Lettura corale di brani tratti da “Una cosa divertente che non farò ma più” di David Foster Wallace. 

Sabato 10 agosto a Sussisa alle ore 21.30, Prato Confaunè (prato della strada nuova).

Il libro di Wallace racconta la vacanza obbligata su una nave da crociera tra le isole dei Caraibi.
Sette giorni e sette notti ai Caraibi.
La crociera come trasposizione allegorica della nostra società, che tende ad eliminare, il pensiero individuale e sostituire ad esso un benessere prestabilito e trasforma l’individuo in consumatore.

Wallace in qualità di giornalista viene incaricato dalla nota rivista americana Harper’s di redigere un taccuino, una sorta di reportage narrativo su questa crociera extralusso così agognata, dove i passeggeri sono coccolati, viziati ed hanno il solo dovere di rilassarsi.

Una cosa divertente… è un saggio esilarante e un po caustico, frutto di un’arguta osservazione della società. Il linguaggio di Wallace è secco incisivo, ironico, coinvolgente, con un massiccio uso di note a piè di pagina, che talvolta si estendono per pagine e il registro profondamente umoristico tipico dei suoi saggi.

A conclusione della serata, come ormai tradizione, esibizione delle Perseidi.