Chiavari: altro passo avanti del Gianelli Campus

Da Telepace riceviamo e pubblichiamo
Il Gianelli Campus, il nuovo liceo scientifico sportivo di Chiavari, ha compiuto un ulteriore passo avanti nella direzione dello sviluppo dell’Istituto come era già anticipato dal Vescovo nella riunione ai genitori dello scorso 8 luglio.

Mons. Tanasini ha aperto nei giorni scorsi i lavori di una riunione programmatica che questa volta ha visto presenti oltre il consiglio di amministrazione della scuola, anche i rappresentanti delle aziende sostenitrici (Virtus Entella, Randstad, Pro Recco Waterpolo 1913, Botto Assicurazioni, Banco di Chiavari – Gruppo BPM). Aziende importanti in ambito nazionale e locale che da subito hanno aderito a questo nuova visione di scuola aperta ed integrata sul territorio con studenti e famiglie, ma anche con le imprese e gli operatori dello sport.

Proprio sullo sport ed il suo significato si è molto confrontato il gruppo di lavoro che ha sottolineato quanto la disciplina sportiva costituisca di fatto un vero e proprio stile di studio, lavoro e vita con regole che integrano impegno, sfide e gioie per i risultati raggiunti.

Così intorno allo sport si sono affrontati e programmati gli altri temi relativi alla:

– flessibilità. Un liceo così deve sostenere la crescita integrale della persona, conciliando per un alunno sportivo i percorsi di allenamento con l’importante preparazione scolastica e culturale;

– integrazione. Oggi lo sport indica molte  applicazioni che non riguardano solo l’agonismo in sé per i futuri campioni, ma anche la predisposizione alla comunicazione, alla gestione di una impresa sportiva, al management di strutture sportive e alle relazioni umane;

– lavoro. Da questo liceo gli studenti dovranno uscire pronti a continuare un percorso universitario, ma anche per intraprendere attività lavorative, non solo nel settore sportivo;

– lingue. Oggi non si può prescindere dal contesto internazionale quindi si sono affrontati i temi relativi alle borse di studio, gli scambi all’estero, i progetti extra curricolari e il potenziamento dell’inglese nell’orario scolastico;

– umanità. L’obiettivo è che il liceo possa essere una scuola “inclusiva”, offrendo un’offerta formativa destinata a tutte le famiglie che desiderano offrire un’occasione di crescita ai propri ragazzi. In un mondo sempre più complesso questa scuola si è assunta l’incarico di rappresentare un punto di riferimento per la creazione di uomini e donne che, umanamente e professionalmente, possano incidere nel mondo del lavoro, ma anche nelle attività di supporto sociale.

– tecnologia. Oggi e nell’immediato futuro tutta la nostra vita sarà sostenuta da una grande rete di supporto informatico. Il Gianelli Campus si sta attrezzando per offrire anche in questo ambito il meglio a disposizione per infrastrutture, cultura ed aggiornamento di ciò che c’è già o sta per avvenire.

– visione quinquennale. Questo nuovo liceo, con il corpo docenti, con i tutor, con i primi partner sostenitori e ancora con altre realtà da coinvolgere è destinato a durare nel tempo attraendo ragazzi dal territorio ed oltre, in un’ottica di continuità e sviluppo che vada anche oltre il nostro comprensorio.

Il gruppo di lavoro si riunirà di nuovo a settembre per mettere a punto il piano triennale delle attività e dello sviluppo che verrà successivamente condiviso pubblicamente.