Atp: evasori, di sera sono il doppio; 1.200 controlli

Dall’ufficio stampa di Atp Esercizio riceviamo e pubblichiamo

Come preannunciato un paio di settimane fa, sono partiti i controlli
anti-evasione estivi e serali. Tra mercoledì, giovedì e venerdì sera,
sulle due tratte maggiormente frequentate del Tigullio (Rapallo-Santa
Margherita-Portofino e Chiavari-Lavagna-Sestri-Casarza) gli agenti
verificatori hanno controllato 1200 passeggeri, rilevando un tasso di
evasione pari a circa il 10%. Si tratta di un dato che è precisamente il
doppio di quello riscontrato normalmente nelle ore diurne.

La metà delle sanzioni è stata regolarizzata a bordo pagando 40 euro; per le altre sanzioni emesse se pagate entro 5 giorni l’importo è pari a 60,00 euro
oltre al prezzo del biglietto. Per chi paga dopo i primi 5 giorni ma entro
60 giorni, l’importo sale a 105,46 euro comprensivo di spese e biglietto.

“Questa settimana sono proseguite le operazioni intensive di controllo a
bordo dei mezzi Atp sulle linee della riviera di Levante, in particolare
sono state controllate le tratte sia per verificare la regolarità dei
titoli di viaggio, sia per garantire la sicurezza a bordo dei mezzi, con
il valido supporto delle forze dell’ordine Polizia della zona – conferma
Andrea Geminiani, direttore Atp – i dati emersi sono in linea con quello
che ci aspettavamo. In ogni caso dopo queste prime serate, le verifiche
andranno avanti tutta l’estate e riguarderanno anche il sabato e la
domenica”. 

Le squadre di controllori, coordinate da Angelo Rolleri, aumenteranno l’attività con l’arrivo dell’estate, ampliando l’orario delle verifiche anche alla sera e ai fine settimana. “Abbiamo un gruppo molto attivo e dinamico, presente sul territorio sia in riviera sia nelle vallate – conferma Andrea Geminiani, direttore amministrativo – i controlli non vanno in ferie ma vengono potenziate d’estate, nell’ambito di quel piano regionale di lotta all’evasione che viene svolto sotto l’egida Città Metropolitana”.

Si ricorda che il Verificatore Titoli di viaggio è Pubblico Ufficiale ed Agente di Polizia Amministrativa; false dichiarazioni di identità sono sanzionabili penalmente. Atp ricorda che gli abbonamenti dovranno essere sempre accompagnati da documento di identità valido e che l’eventuale utilizzo di titoli non conformi comporta l’applicazione delle sanzioni per indebita percezione di benefici prevista dalla legge.