‘Levanto incontra’ con Renzi, Ventura, Gomez e Sottile

Dall’ufficio stampa del Comune di Levanto riceviamo e pubblichiamo

Matteo Renzi, Simona Ventura, Peter Gomez e Salvo Sottile sono i protagonisti delle tre serate in cui si articola la seconda edizione di “Levanto incontra – Conversazioni sull’umano contemporaneo”, la rassegna culturale organizzata dal Comune di Levanto e condotta dal giornalista e scrittore Giovanni Terzi che presenta i protagonisti del mondo dell’informazione, della letteratura e, più in generale, della cultura italiana, per affrontare temi di attualità.

Tutti gli appuntamenti avranno luogo alle 21.30 nella suggestiva cornice serale del sagrato della chiesa parrocchiale di Sant’Andrea.

Il primo incontro (quest’anno il tema è “I cambiamenti”) è in programma venerdì 12 luglio e vedrà protagonista la conduttrice televisiva Simona Ventura.

Venerdì 19 luglio sarà di scena Matteo Renzi: l’ex presidente del Consiglio (che recentemente ha pubblicato per l’editore Marsilio il saggio “Un’altra strada. Idee per l’Italia di domani”) si confronterà con il conduttore e con il pubblico sui temi più caldi della politica nazionale e internazionale.

Infine, due ospiti del mondo del giornalismo per la chiusura della rassegna: venerdì 26 luglio l’appuntamento è con Salvo Sottile (attualmente in onda su “Rai3” con il programma “Prima dell’alba – La rampa”) e Peter Gomez (direttore de “ilfattoquotidiano.it”, blogger e scrittore). Anche in questo caso, al centro della serata saranno gli argomenti proposti dalle più recenti vicende della politica e della società italiana.

“Levanto incontra”, ultima nata nel campo delle iniziative culturali allestite nell’ambito della programmazione estiva degli eventi, ha subito accolto il favore e la partecipazione del pubblico, che già lo scorso anno, all’esordio, aveva affollato il sagrato di Sant’Andrea e interagito con i protagonisti contribuendo ad animare il dibattito.

Un buon biglietto da visita, come fa notare l sindaco, Ilario Agata, per alzare ulteriormente il livello qualitativo dell’offerta di spunti e momenti di riflessione e discussione del cartellone dell’Estate levantese.

“Mentre stiamo lavorando con impegno per migliorare l’offerta complessiva di infrastrutture e servizi che forniscano una prospettiva di sviluppo turistico al paese per i prossimi anni rendendo sempre più facilmente fruibili le eccellenze storiche, ambientali, naturalistiche ed enogastronomiche del suo territorio – spiega il primo cittadino – contestualmente ci muoviamo per consolidare e rafforzare quella centralità che Levanto ha già acquisito nell’organizzazione di eventi di qualità per un arco sempre più ampio dell’anno. I personaggi protagonisti delle conversazioni serali nella piazza di Sant’Andrea non sono semplicemente volti noti capaci di attirare la curiosità di un pubblico ‘indifferenziato’, ma incarnano la nostra volontà di costruire attorno a persone di spessore culturale un vero interesse per le riflessioni sugli argomenti trattati. Solo ponendo i contenuti al centro della rassegna potremo farla crescere, soddisfare il gradimento del pubblico e arricchire il bagaglio culturale di protagonisti e spettatori attraverso una vera e propria interazione tra le parti”.