Chiavari: “Portici patrimonio Umanità. A che punto siamo?”

Da “Noi di Chiavari” riceviamo e pubblichiamo

Portici chiavaresi patrimonio dell’Unesco: il gruppo consiliare Noi di Chiavari chiede una verifica della pratica e vuole capire a che punto è l’iter avviato dall’amministrazione comunale.

I consiglieri Roberto Levaggi (capogruppo), Daniela Colombo e Silvia Garibaldi hanno protocollato questa mattina un’interpellanza a Palazzo Bianco, per conoscere «lo stato e l’iter della pratica, anche a seguito della delibera di giunta n. 108 del 20 giugno 2019 che sancisce una collaborazione (a titolo oneroso) con l’Università di Genova».

«Vogliamo capire – affermano i consiglieri di Noi di Chiavari – come saranno spesi, nei dettagli, i sessantamila euro più Iva che l’amministrazione di Chiavari ha deciso di destinare al Dipartimento Architettura e Design dell’Università di Genova, proprio per una “Ricerca sul sistema dei portici del centro storico di Chiavari e delle connesse facciate, volta alla loro conoscenza e conservazione e al loro restauro e futura gestione”. Riteniamo che, trattandosi di una cospicua somma di soldi pubblici, l’amministrazione debba essere più trasparente, in fatto di informazione su come verranno effettivamente spesi e quale potrebbe essere il ritorno di questo investimento. Inoltre, desideriamo sapere se e quando sono stati presi contatti con gli enti preposti, Assessorato alla Cultura della Regione Liguria e Ministero per i Beni e le Attività Culturali, per esaminare le fasi progettuali, visto che è il Ministero l’organo competente per preparare le liste dei vari siti da sottoporre alla sezione Unesco di Parigi».

Daniela Colombo, Silvia Garibaldi, Roberto Levaggi