Lettere/ “Chiavari, un cinema-teatro, in via Trieste”

Da Enrico Saluzzo riceviamo e pubblichiamo

E’ facile immaginare come andrà a finire la bega che appassiona gli amministratori. Cemento come a Preli. In via Trieste si costruirà, così come avverrà nell’area di un distributore recentemente venduto.

Da vecchio commerciante, abituato a contrattare, mi permetto fare una proposta. Visto che dopo quasi due anni la situazione per quanto riguarda il teatro Cantero non si sblocca, vincolate il permesso di via Trieste alla creazione, chiavi in mano ed oltre gli oneri di legge, di una moderna sala da utilizzare come cinema e teatro. Almeno anche Chiavari ci guadagnerà qualcosa.