Rapallo: politiche sociali, il progetto del Pd

Dal circolo Pd di Rapallo riceviamo e pubblichiamo

Politiche sociali secondo il PD. Tema molto vasto che si prefigge di toccare i punti più svariati della nostra società, sotto l’aspetto umano e culturale. Noi del Partito Democratico, vorremmo soffermarci ad analizzare alcuni punti che riteniamo importanti e su tale argomento vorremmo evidenziare quello che si potrebbe fare per sviluppare tematiche utili al territorio. Conoscere il ruolo delle Università della terza età. Informa giovani, Consulta del volontariato, Accademia culturale, Osservatorio della povertà, Social Housing.

Questo è un progetto che si pone l’obiettivo di offrire uno strumento informativo, di facile fruizione e al tempo stesso costruire un modello di raccolta e diffusione delle informazioni. La creazione di un sito informatico dove verrebbero inserite le associazioni, organizzazioni, servizi, enti, privati, sociale, e i cittadini. Valido supporto per facilitare la conoscenza delle opportunità che offre il territorio, per migliorarne l’utilizzo e le risorse. La raccolta di questi dati darà la possibilità di conoscere le realtà associative del luogo, e di coglierne le opportunità che offrono, sotto gli aspetti del sociale, tempo libero, e dello sport.

Non si sta inventando nulla, stiamo solo utilizzando idee e strutture, che altre realtà hanno già affrontato con buoni risultati. Quindi riunire queste realtà in un unico progetto, (Banca dati), si potranno affrontare e sviluppare, tutte le tematiche disponibili, con un notevole risparmio e minor dispendio di energie.

Alcuni esempi per chiarire come potrebbe essere formata questa banca dati Suddivisa secondo settori e sottosettori Solidarietà e salute Servizi e varie Attività socio assistenziale Attività varie di impegno sociale Consultori centri di ascolto Disabilità ….Cultura, Arte, filosofia …………..Sport, ambiente, ecologia…………..Turismo, tempo libero………………Associazioni combattentistiche, d’arma e partigiane………….

Siamo certi che la nostra Amministrazione saprà impegnarsi a fornire ampi servizi sociali e culturali alla nostra città. Gli incarichi da assegnare per queste realtà dovranno ricadere su soggetti che siano a conoscenza del territorio ed avere caratteristiche che ogni programma richiede. Non siamo qui per puntare il dito su queste scelte o per polemizzare politicamente, ma per mettere in risalto lacune che nei precedenti anni si sono evidenziati (vedi turismo). Ripetiamo, non si punta il dito su nessuno, diciamo solo che per ricoprire incarichi di questo genere occorrono competenze per ogni materia. L’assegnazione ad ogni rappresentante non deve essere vista come il pagamento di un tichet elettorale, ma un impegno richiesto per garantire un efficiente servizio alla città.

Tutto questo per iniziare un percorso sociale che seguirà con l’affrontare le tematiche nello specifico, a dimostrazione che il PD è presente sul territorio e collabora per il bene dei suoi concittadini.