Zoagli: sabato Open day alla Residenza Conte Canevaro

Dal Comune di Zoagli riceviamo e pubblichiamo

L’amministrazione comunale di Zoagli informa che “il Consiglio di Amministrazione della “Residenza Protetta Conte Canevaro” viene nominato dal Comune, attualmente è in scadenza e a breve verrà rinominato. Siamo entusiasti del lavoro e dell’operato svolto dal Consiglio di Amministrazione, nella persona della Presidente Clara Rela, e la recente totale ristrutturazione ha reso la residenza tra le più belle e funzionali della Liguria”.

La Presidente della Residenza Protetta del “Conte Canevaro” di Zoagli Clara Rela fa sapere che “sabato 22 giugno prossimo, dalle ore 14.00 alle ore 19.00, alla Residenza del Conte Canevaro si svolgerà un open day per far conoscere la struttura e sarà anche l’occasione per inaugurare l’edificio che è stato recentemente ristrutturato. La storia del complesso è molto antica e risale al 1890 quando era utilizzato prima come ospedale e poi come infermeria. L’attuale Residenza dispone di un protocollo socio-sanitario riabilitativo per gli anziani, vengono svolti interventi sanitari interni e può ospitare un massimo di 59 posti letti, di cui 39 sono in regime accreditato con la ASL, per persone in parte non autosufficienti e in parte autosufficienti. Le figure professionali che fanno parte dello staff sono medici, infermieri che garantiscono il servizio di pronto intervento 24 ore su 24, OSS (Operatori Socio Sanitari), fisioterapisti. E’ anche previsto un percorso e un servizio psicologico in quanto il trasferimento della persona dalla propria abitazione alla struttura rappresenta un momento molto delicato e i piani assistenziali sono tutti personalizzati. Sono inoltre previste attività di animazione che si svolgono sia al mattino sia al pomeriggio con sedute di musica terapia, musica dal vivo, proiezione film e spazi di lettura. Tali attività vengono svolte anche con l’aiuto dei volontari delle Associazioni A.V.O. e A.V.A.D. e con l’Associazione Culturale Agave. Grazie all’aiuto di volontari della “Croce Bianca” c’è la possibilità di effettuare delle uscite dalla Residenza per distrarre e far camminare i pazienti in modo da trarne un beneficio salutare fisio-psicologico.

Ospiti, oltre che dalle zone limitrofe, arrivano anche da Genova e 20 posti letto sono privati. L’ente è sottoposto alla vigilanza da parte dell’ASL e verificato dalla Regione Liguria  e possiede tutti i requisiti di norma previsti dalla legge per poter operare nel settore sanitario. La recente ristrutturazione ha permesso di conformare l’edificio ai parametri richiesti dalle norme di legge sulla sicurezza e l’antincendio e, oltre che migliorare gli ambienti rendendoli sempre più belli, confortevoli e dotati di sistema climatizzato con nuova pavimentazione e controsoffitti, è stato possibile intervenire sulle fonti di energie alternative e rinnovabili tra cui il fotovoltaico e i pannelli solari posizionati sul tetto.

La Residenza si snoda su 4 piani e, dopo la ristrutturazione, il salone è stato decisamente ampliato, la palestra risistemata; è presente una cappella e è garantito un servizio religioso. Il “Giardino d’Inverno”, in modo utile e funzionale, collega gli ambienti interni con quelli esterni per beneficiare del tepore e del clima mite della nostra riviera in quasi tutto l’anno, ci sono inoltre numerosi spazi comuni per gli aspetti ricreativi, lettura giornali, visione TV. Per gli esterni c’è un Centro Prelievi convenzionato con l’ASL attivo tutti i martedì dalle ore 7 alle ore 9 senza necessità di prenotazione”.