Chiavari: Wylab e Havas Media, soluzioni innovative

Dall’ufficio stampa di WyLab riceviamo e pubblichiamo

Wylab e Havas Media hanno stretto nei giorni scorsi un accordo di collaborazione per portare al mercato soluzioni innovative nell’ambito dello sport marketing.

Per Wylab, primo incubatore certificato della Liguria e primo incubatore di aziende sportech in Italia, si tratta di un’ulteriore partnership di prestigio. Al tempo stesso, Havas Media acquisisce un accesso privilegiato al mondo delle start up in ambito sportivo.

Havas Media, con i suoi professionisti di Havas Sports & Entertainment specializzati nello sport marketing, ha l’obiettivo di valorizzare gli investimenti in comunicazione di brand e rightholder, attraverso progetti di sponsorizzazione, brand activation, fan engagement e lo sviluppo di eventi proprietari.

È in questo ambito che nasce la partnership tra le due aziende che promuoveranno i rispettivi servizi, al fine di allargare il proprio raggio di azione e di rafforzare la presenza sul mercato con proposizioni innovative, nei diversi settori di competenza.

Federico Smanio, CEO di Wylab, osserva: “Questa nuova partnership di prestigio ci aiuterà ad avvicinarci ancora di più ai brand interessati a contenuti ed esperienze coinvolgenti che facilitano l’interazione con le community sportive. Il legame con Havas Media, con il suo network globale e l’approccio distintivo allo sport marketing rappresenta un’ulteriore opportunità per le startup di Wylab, soprattutto quelle che sviluppano applicazioni e innovazioni che hanno un impatto sulla fan experience, così come per le imprese che con Havas Media sviluppano progetti in ambito sportivo”.

Guido Surci, Chief Sports & Intelligence Officer, conclude: “Questo accordo è un altro anello della nostra filosofia legata alla meaningfulness dove il meaningful media è un elemento chiave per creare connessioni profonde tra brand e consumatori. Lo sport è un incubatore naturale di meaningful media e grazie alla partnership con Wylab puntiamo a realizzare per i nostri clienti delle media experience che siano, da un lato coinvolgenti per i loro consumatori, e dall’altro in grado di aiutarli a realizzare i risultati di business.”

Federico Smanio
Guido Surci