Rapallo: Il Coro San Girolamo festeggia i primi 5 anni

Dal Piccolo Coro San Girolamo Emiliani riceviamo e pubblichiamo

Il Piccolo Coro San Girolamo Emiliani di Rapallo (GE) festeggia in musica i suoi primi 5 anni di attività ed invita le famiglie. Sabato 15 Giugno alle 18.00 presso l’Istituto Emiliani di Rapallo per una Festa-Concerto dal titolo “Perché cantare insieme è… La più Bella Cosa al Mondo!”. Tale evento è anche il cinquantesimo concerto che il coro tiene dalla sua nascita.

Il 27 settembre 2014 nasceva il progetto sperimentale “Chicco e Doretta” con l’intento di creare un’attività che potesse avvicinare i bambini alla musica attraverso il canto corale, il progressivo crescere del numero di iscritti ha portato la neo-nata attività ad organizzarsi stabilmente sotto il nome di “Piccolo Coro San Girolamo Emiliani”.

Nel 2015 il Piccolo Coro entra a far parte della Galassia dell’Antoniano di Bologna, ciò ha aperto l’opportunità per la formazione corale rapallese di conoscere altri cori nel panorama italiano, sono cinque ad ora i concerti fuori regione tenuti in compagnia di altri cori, le città visitate sono Bologna, Verona, Cremona, Firenze e Barlassina.

Quarantanove sono gli eventi totali a cui il coro ha partecipato tra concerti a Rapallo, Zoagli, Santa Margherita Ligure, Portofino e Lavagna, partecipazioni a manifestazioni esterne e trasferte. 
Circa un centinaio sono invece i coristi tra i 4 ed i 13 anni che popolano attualmente la Scuola del Piccolo Coro, negli anni sono stati oltre 200 i bambini venuti a contatto con le nostre attività provenienti da tutto il Levante ligure tra Casarza Ligure e Genova.

“Dirigere un coro di bambini è un’esperienza unica che negli anni mi ha dato l’opportunità di crescere sia umanamente che musicalmente – dice Andrea Maucci, direttore del Piccolo Coro Emiliani –  auguro a tutti i bambini di oggi e di domani di poter coltivare la passione per la musica, la speranza è che ogni corista, divenuto grande, possa ripensare ai suoi anni nel coro come una parentesi felice della propria vita”.