“Bisagno”: anche Muzio e Bucci alla celebrazione (2)

Dall’ufficio stampa del Consiglio regionale riceviamo e pubblichiamo

Oggi il consigliere segretario del Consiglio regionale ha partecipato, in rappresentanza dell’Assemblea legislativa, alla cerimonia che si è svolta a Rovegno per ricordare il comandante partigiano della divisione “Cichero”. Muzio ricorda il processo di beatificazione avviato pochi giorni fa dal cardinale Angelo Bagnasco

Questa mattina, a Rovegno, il consigliere segretario del Consiglio regionale  Claudio Muzio ha partecipato, in rappresentanza dell’Assemblea legislativa della Liguria, alla cerimonia commemorativa in memoria di Aldo Gastaldi,  il comandante partigiano conosciuto come “Bisagno”.

«E’ per me un onore essere qui davanti al monumento che ricorda uno dei più importanti protagonisti della Resistenza in Italia» dichiara Muzio.  Il consigliere segretario sottolinea, quest’anno, una recente e significativa novità che arricchisce il significato della cerimonia: l’avvio da parte del cardinale Angelo Bagnasco del processo di beatificazione del capo della divisione “Cichero”: «L’avvio della causa di beatificazione è la conferma del contributo fondamentale fornito dai cattolici e dalla Chiesa alla Resistenza. La fedeltà ai principi di libertà e di amor patrio e la dedizione al bene e al rispetto della dignità umana furono la stella polare dell’azione di Bisagno e, anche grazie al suo esempio, di tanti cattolici e di tanti sacerdoti. Aldo Gastaldi fu coraggioso testimone, in mezzo alla guerra, di una fede vissuta come impegno totale per il bene. Egli – conclude Muzio – è uno degli esempi più belli di una religiosità che diventa impegno civile e sociale».