Recco: il sindaco invita la minoranza a lavorare per la città

Dal Comune di Recco riceviamo e pubblichiamo

Sala comunale affollata per la seduta di insediamento del primo Consiglio comunale di Recco, presieduto dal sindaco Carlo Gandolfo. Dopo la convalida degli eletti il primo cittadino ha giurato fedeltà alla Costituzione e ha presentato la squadra, con i rispettivi incarichi, che lo affiancherà per i prossimi cinque anni.
“La nostra maggioranza propone di aprire quanto più possibile alla partecipazione della minoranza” ha risposto con pacatezza Gandolfo alle critiche sulla composizione della giunta arrivate da un consigliere di minoranza. Aggiungendo: “Questa proposta e questo atteggiamento resterà. Vorremmo provarci. Mi preme sottolineare subito che tutte le scelte che ho fatto, dalla mia candidatura fino alla composizione della squadra, sono tutte scelte mie, che attengono alla mia responsabilità e portate avanti in piena coscienza. Noi abbiamo fatto una scommessa insieme alla città per apportare un cambiamento nel modo di fare amministrazione. Certo, per arrivare al cambiamento abbiamo introdotto un quadro politico univoco e privo di equivoci, mettendo in campo quelle azioni sinergiche che ci concederanno di far marciare le nostre proposte”.

Rivolgendosi sempre alla minoranza Gandolfo ha proseguito: “Vi invito a condividere questo approccio, questa azione di rinnovamento nell’interesse di Recco. A cedere a questo spirito nuovo, a questo entusiasmo. Approfittate anche voi di questa ventata di innovazione e di nuove esperienze. Noi abbiamo entusiasmo e voglia di fare, per il benessere della città e dei cittadini”.

Per dare una marcia in più alla nuova azione di governo della città, il sindaco Gandolfo ha annunciato l’intenzione di proporre la modifica dello Statuto e del regolamento comunale per la formazione di commissioni, per studiare la materia prima che arrivi in Consiglio comunale. Ha quindi invitato la minoranza ad accogliere questo invito.

Come previsto, presidente del consiglio comunale è stato nominato il consigliere Paolo Nicola Badalini (12 voti favorevoli, 5 schede bianche).

Il sindaco Carlo Gandolfo