Sestri: “Tra Mare e Battigia”, tra arte, natura, ambiente, poesia e letteratura

Dal Comune di Sestri Levante riceviamo e pubblichiamo

Sestri Levante  La Scuola Estiva | The Summer School

2 luglio – 2 settembre 2019

“Tra Mare e Battigia” – un progetto di didattica attiva tra arte, natura, ambiente, poesia e lettura

– una mostra bibliografica

– una mostra d’arte

– 6 percorsi di formazione per docenti ed educatori

– 21 laboratori e letture per bambini e ragazzi

– un evento di chiusura

Ritorna la Scuola Estiva / The Summer School a Sestri Levante- Riva Trigoso a cura delle due Associazioni La Scuola del Fare e ArTura_Territori tra Arte e Natura con il sostegno di Mediaterraneo Servizi.

Una collaborazione iniziata l’estate scorsa che si sviluppa tra Veneto e Liguria, che ha registrato consensi e apprezzamenti sia per le Mostre in Biblioteca sia per le proposte di Formazione. È una possibilità concreta di offrire a Scuola, a bambini e ragazzi, esperienze didattiche laboratoriali attive che hanno come base l’ambiente, la natura e la ricerca, permettendo un approfondimento della relazione educativa, sociale, artistica e creativa.

Quest’anno il Progetto “Tra Mare e Battigia” si arricchisce e si sviluppa anche nella durata, 2 luglio – 2 settembre, con proposte laboratoriali per bambini e ragazzi che si realizzeranno nei mesi di luglio e agosto in collaborazione con la Biblioteca del Mare, curate da animatori del territorio esperti nei diversi linguaggi della comunicazione, in piena sintonia culturale ed operativa con il progetto.

“Onda su onda suoni d’acqua e di terra” con Anna Merione,

“Art’inspiaggia” con Alfredo Gioventù e Daniela Mangini,

“Paesaggi di mare” con Maria Rocca,

” Amico mare” con Nicoletta Salamone.

Il percorso di Formazione “Tra Mare e Battigia” si realizzerà principalmente nella settimana dal 2 al 6 luglio con 34 ore di seminari e laboratori, a moduli, accreditati dal Miur ed il  2 settembre con la presenza di docenti-animatori qualificati nella ricerca didattica e pedagogica connessa all’Ambiente, alla Comunicazione, all’Arte e che pone in primo piano la Cultura dell’Infanzia. Ognuno potrà scegliere a quali giornate partecipare procedendo alla iscrizione on-line nel sito www.lascuoladelfare.it

“Pensieri In battigia – Il territorio come compagno di scuola” con Alfredo Gioventù e Daniela Mangini

“Mare nei libri il limite: lo spazio in cui tutto succede” con Marcella Basso e Laura Anfuso

“A mare piccolo museo del bagnasciuga” con Hans Hermans

“Questa è la terra, il blu che vedi è il mare limite e incontro. storie di terra e d’acqua salata” con Sonia Basilico

“Ocean LIteracy il ruolo del mare nella nostra vita” con Franco Borgogno

“Una passeggiata a mare fatta ad arte. Punti di vista, storie, miti emozioni tra mare e battigia” con Simonetta Maione

A sostegno della nostra formazione abbiamo ricevuto, con soddisfazione, il contributo e la partecipazione del “Consorzio Tassano Servizi Territoriali” capofila per il Progetto educativo “Pollicino, briciole per il futuro”, un progetto selezionato da “Con i Bambini” nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile che contribuiremo a realizzare.

dal 2 luglio al 2 settembre:

Mostra d’Arte

In battigia tra oblio e nuove memorie

a cura di Alfredo Gioventù e Daniela Mangini

In biblioteca, tra i libri, le opere di 5 artisti Franco Borgogno, Nicola Del Soldato, Alfredo Gioventù,

Monica Miceli, Oreste Sabadin che hanno coniugato raccolta, riuso, visione progettuale e artistica concretizzandoli in “fare creativo e immaginativo” tra realtà e metafora.

Mostra Bibliografica

Limite e incontro: storie di terra e di mare

a cura de La Scuola del Fare in collaborazione con la Biblioteca del Mare di Riva Trigoso e il contributo di Sonia Basilico.

Una selezione di libri che indagano la relazione tra mare e uomo, tra mare e vita sulla terra nelle tante forme della comunicazione umana che solo i libri sanno trasmettere nella loro fisicità di oggetti e nei loro contenuti scritti, raccontati, illustrati, dedicati in particolar modo ai bambini e ai ragazzi.

Con la partecipazione dell’Associazione A.Bi.Ci. Amici Biblioteca Civica  e la Libreria Il Sentiero di Benjamin -l’albero dei desideri – Sestri Levante

il 2 settembre, a chiusura del progetto:

Cartoline di mare

Lettura, canzoni, musica e immagini tra poesia e racconti con La Scuola del Fare

La lettura di una selezione di testi delle poesie di Nico Orengo, e di altri testi di prosa.

Colori, sapori, fremiti e ansie della vita marina in un mondo di tepore mediterraneo.

Enrica Buccarella, ideazione e voce | Jeremy Norris, armonizzazione e tastiera Oreste Sabadin, immagini, voce e clarinetto | Elia Zardo, supporto tecnico

Infine, un grazie sincero all’Amministrazione Comunale di Sestri Levante e a Mediaterraneo servizi che rinnovano la loro fiducia nel Progetto e ci offrono sostegno e accoglienza nella prestigiosa sede della Biblioteca del Mare di Riva Trigoso, dove la nostra Scuola Estiva troverà casa dal 2 luglio al 2 settembre 2019.

Inaugurazione martedì 2 luglio, ore 18.45

Presentazione del Progetto “Tra Mare e Battigia” e inaugurazione delle due mostre con Valentina Ghio, Sindaco di Sestri Levante, Marcello Massucco, Amministratore delegato di Mediaterraneo Servizi, Enrica Castagnola Responsabile Biblioteche Sestri Levante, Alfredo Gioventù presidente Associazione ArTura _ Territori tra Arte e Natura, Elia Zardo presidente Associazione La Scuola del Fare.

Formatori

Laura Anfuso

vive e lavora a Roma, (http://www.milkbook.it/intervista-laura-anfuso/) ricerca e sperimenta i libri tattili illustrati da tempo oltre a progettare interventi di sviluppo e valorizzazione dell’Educazione Sensoriale: (http://associazioneitalianaformatori.it/download/articoliln/2015/LN0215AnfusoTatto.pdf). Scoprire la Luce nel Buio (http://www.superando.it/2018/01/30/scoprire-la-luce-nel-buio). Conduce corsi, seminari, laboratori concernenti l’Educazione al Tatto e i libri tattili in tutta l’Italia. Ideatrice e conduttrice di percorsi al buio per bambini, ragazzi e adulti, è stata membro della Giuria Senior in tutte e quattro le edizioni del Concorso Italiano di Editoria Tattile Illustrata “Tocca a te!” (Padova, 17 giugno 2011; Genova, 20-22 settembre 2013; Reggio Emilia, 19-21 giugno 2015; Assisi, 16-18 giugno 2017 in collaborazione con l’Istituto Serafico per sordomuti e ciechi di Assisi). Nodi è il libro tattile nato dalla collaborazione con l’artista Marcella Basso (http://lamarcella.blogspot.it/) che è stato presentato nella Mostra Vagabondaggi https://associazionesoqquadro.wordpress.com/2017/10/18/testi-poetici-vagabondaggi/ e nella Mostra di Libri d’Artista presentata da Carla Subrizi, “… da toccare, da guardare, da leggere” (Roma, 21 aprile – 6 maggio 2018), Mostra curata da Silvana Leonardi – Studio Leonardi “zu spät?” –  in occasione della Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore e de Il Maggio dei libri nell’ambito del progetto “Un lungo sguardo”, con lo scopo di proporre una riflessione su tre diverse angolazioni del complesso rapporto tra testo e immagine. Qui un interessante dialogo tra Laura Anfuso e Marcella Basso https://www.milkbook.it/nodi-il-primo-libro-tattile-di-poesia/

Marcella Basso

è nata nel 1988 a Pordenone, dove vive. Ha frequentato l’Istituto Statale d’arte ed ha conseguito la laurea triennale in Decorazione all’Accademia di Belle Arti di Venezia, con una tesi sul linguaggio tattile (A.A. 2011/2012). Si occupa di illustrazione (tattile e non) e realizza progetti didattico-creativi (inerenti alla sfera del tatto) nelle scuole materne, elementari e superiori. Ha vinto, con il libro “Io, tu, le mani”, i premi “miglior libro italiano” e “giuria giovani” alla 3° edizione del concorso di Editoria tattile illustrata “Tocca a te!” ed il premio “miglior libro d’artista” nell’edizione precedente del concorso, con il libro “Andiamo”, realizzato assieme a Michele Tajariol. Nodi è il libro tattile nato dalla collaborazione con Laura Anfuso che è stato presentato nella Mostra Vagabondaggi  e nella Mostra di Libri d’Artista presentata da Carla Subrizi, “… da toccare, da guardare, da leggere” (Roma, 21 aprile – 6 maggio 2018), Mostra curata da Silvana Leonardi – Studio Leonardi “zu spät?” – in occasione della “Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore” e de “Il Maggio dei libri” nell’ambito del progetto “Un lungo sguardo”, con lo scopo di proporre una riflessione su tre diverse angolazioni del complesso rapporto tra testo e immagine. Nel link un interessante dialogo tra Laura Anfuso e Marcella Basso intorno a “Nodi”, il primo libro tattile di poesia. Per vedere il suo lavoro si può visitare il blog lamarcella.blogspot.com

Sonia Basilico

appassionata di letteratura per l’infanzia, si occupa di formazione per adulti nel campo dell’orientamento bibliografico e dell’utilizzo dei testi nelle attività scolastiche, analisi delle illustrazioni e dei generi letterari per l’infanzia e l’adolescenza, promozione dell’arte e della poesia per bambini, percorsi bibliografici sulla formazione dell’immaginario maschile e femminile nel bambino, introduzione nella scuola delle applicazioni per tablet collegate ai libri per l’infanzia. Opera in collaborazione con scuole ed enti pubblici e privati, biblioteche, librerie, associazioni, festival e convegni. 

Franco Borgogno

52 anni, giornalista da 30 anni, scrittore, comunicatore scientifico ambientale, guida naturalistica, fotografo, videomaker. Vincitore del Premio Aica-oscar italiano della Comunicazione ambientale 2017. Vincitore premio giornalistico-letterario Carlo Marinkovic 2018, Science Book Award Seafuture 2018  per il libro ‘Un mare di plastica’ (Nutrimenti Edizioni). Selezione finale all’International Ocean Film Festival con il documentario-corto ‘5 Gyres North West Passage Expedition’. Relatore in workshop, seminari e convegni nazionali e internazionali su temi ambientali. Da qualche anno mi dedico all’Ocean Literacy (educazione e divulgazione sull’importanza del mare per la vita umana: dalle ragioni ambientali a quelle economiche e culturali) e sono co-fondatore e Presidente di Ocean Literacy Italia, rete italiana per la diffusione dell’OL. Nell’agosto 2016 ho partecipato alla prima spedizione per il campionamento delle plastiche e microplastiche nel Passaggio a Nord Ovest, con il 5 Gyres Institute di Santa Monica (California, Usa). Nel luglio 2018 ho partecipato alla spedizione HighNorth18, guidata dall’Isttuto Idrografico della Marina (destinazione 81°50N, Yermak Plateau a nord di Svalbard) documentando per la prima volta nella storia la presenza di macroplastiche nella banchisa glaciale Artica e raccogliendo campioni per accertare la quantità e qualità di microplastiche. Collaboro con European Research Institute a numerosi progetti internazionali di ricerca e divulgazione (in particolare nelle scuole) sull’ocean literacy e sulle plastiche in mare e nei fiumi e sono ‘ambasciatore’ del 5 Gyres Institute.

Alfredo Gioventù

artista, ceramista, attualmente docente di italiano della scuola secondaria di primo grado, ha insegnato ceramica e storia dell’arte presso le scuole di formazione professionale regionali. Ex alunno di Mario Lodi al Vho di Piadena (CR) ha approfondito l’interesse per le esperienze laboratoriali, la didattica del fare e dell’arte, la multidisciplinarietà progettando e conducendo percorsi didattici per tutte le fasce di età dall’asilo nido a corsi post laurea e di aggiornamento per insegnanti ed educatori. Dal 1982, utilizzando materiali ceramici cotti ad alta temperatura, ha sviluppato una ricerca artistica riproducendo in ceramica  materiali naturali, in particolare i sassi grigi con righe bianche tipici delle spiagge liguri trasformandoli in strumenti di comunicazione. Grazie all’interesse per i movimenti artistici che si rifanno all’ambito della Land Art e dell’Arte Ambientale, dal 2010, con il progetto ArTura _ Territori tra Arte  Natura, ha sviluppato “Art’in” un ampio programma didattico che mette in relazione tecniche installative in ambienti naturali, genius loci e differenti medium espressivi. (Linea blu http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-f18201c3-dd36-4dcd-809a-792090d3e329.html#p= Fondazione Amiotti https://www.youtube.com/watch?v=uq7dN63HPzk ). È stato chiamato a dirigere il Cantiere d’Arte Contemporanea LO 2.0 a Montelupo F. e Confluenze d’Arte di Torgiano destinati agli allievi delle Accademie d’Arte italiane ed europee. Consulente dal 1997 dei Servizi Didattici dei Musei di Genova, ha illustrato con le sue opere la fiaba “il Castagno” di Mario Lodi, pubblicato contributi per la rivista “Dada” e il libro “Bambini” delle edizioni Artebambini e per “La vita scolastica” e “Scuola dell’infanzia” di Giunti.

Hans Hermans

“Libro” pensatore e poeta silenzioso. Dopo un lungo percorso nella editoria per l’infanzia – della quale epoca rimangono tanti articoli scritti, racconti editi, laboratori e percorsi pubblicati in riviste o libri – decide di intraprendere un percorso di ricerca più individuale e intimo. Impara ad ascoltare le parole silenziose e produce le sue prime poesie di carta per comodini da letto. Ri-acquisisce l’amore per l’amore e crea la mostra “col cuor leggero” esposta in più luoghi in Italia. Intraprende tanti viaggi Africani che lo obbligano a riscrivere parzialmente il proprio vocabolario. Tiene serate di letture silenziose,  dove il racconto e le letture prendono la forma del teatro e della letteratura non scritta. Crea gli armadi intimi per persone speciali e diventa sempre di più uno scultore di carta. Questa passione lo porta dentro tante scuole per creare dei percorsi per bambini, ragazzi ma anche come formatore per le maestre e in questo modo gira tutta l’Italia. Essendo un “parlatore instancabile” viene punito dal destino con un percorso decennale nel mondo dei non udenti, partecipando anche a tre olimpiadi silenziose. In questi momenti ancora di più incontra il fascino e la specificità della parola, il racconto, il mondo parlante. Vivere tra gli esseri parlanti, gli unici che dedicano del tempo a fare delle cose completamente senza senso. Siamo gli insensati, ma magari proprio quella è la nostra bellezza. Il suo difetto più grosso? Da più di vent’anni studia instancabilmente la psicanalisi, il che non è un buon segno.
 Comunque, il modo più autentico per conoscere una persona è incontrarla. Lui aspetta sempre l’incontro.

Daniela Mangini

artista ceramista, ha fondato assieme ad Alfredo Gioventù l’Opificio Ceramico del quale cura principalmente la produzione artigianale. Nel 2010, da questo sodalizio artistico, è nato il progetto ArTura _ Territori tra Arte e Natura _ Torre dei Doganieri con finalità culturali e didattiche. Dai primi anni 2000 progetta e conduce laboratori didattici e creativi per differenti fasce di utenza ed esigenze pedagogiche, tra cui: percorsi sensoriali e cognitivi per Museo Sensibile al Castello d’Albertis di Genova dedicati alla fruizione museale di soggetti con disabilità intellettive, laboratori di didattica museale per il Museo di Sant’Agostino ed il Polo museale di Genova Nervi, progetti e laboratori per i Pon Contrasto alla dispersione scolastica, Pon Cultura e Pon Cittadinanza globale. È consulente presso strutture riabilitative per disabili e malati psichiatrici, centri estivi, programmi di inserimento e sviluppo cognitivo.